28 set 2016

Scozia Vol.2: L'Isola di Skye, i delfini e Lochness

C'è un minimo comune multiplo alle mie vacanze e l'ho capito l'altro giorno: mi piacciono le isole, possibilmente selvagge, difficili da raggiungere, dove non c'è casino, si mangia bene e posso vivere da Hobbit per qualche giorno.
A Favignana ero stata benone: bisognava pedalare mezz'ora nella macchia mediterranea sterrata per raggiungere le cale, scendere attraverso rocce e svariati pericoli, arroccarsi su uno scoglio e tuffarsi in venti metri di mare aperto.
Ovviamente senza alcun stabilimento balneare nei dintorni per almeno dieci chilometri. 
Quanti umani pensate che ci fossero?
Faticoso sì, ma poi bilanciavo con cannoli, cibo fritto e pasta coi ricci.
Ecco perché mi era piaciuta tanto, perché l'idea di sdraiarmi nella sabbia in mezzo a mille e mila altre persone sudate sotto il sole per ore è una roba che mi manda fuori di testa.
Per non smentirmi, anche quest'anno la cosa che mi è piaciuta di più di tutto il viaggio scozzese è stata proprio un'isola selvaggia dove per farvela non c'era una mazza per chilometri e chilometri senza la meraviglia della natura: l'Isola di Skye.



SHARE:

Le palle che ci piacciono

Quante volte all'anno affermiamo con apparente convinzione da lunedì inizio la dieta?
Almeno cinquantadue. Come cinquantadue sono le settimane e quindi le domeniche in cui, dopo la peggior scofanata senza precedenti, giuriamo su una vittima a caso le nostre intenzioni a basso contenuto calorico.
Potremmo trovare subito la perfetta giustificazione per queste domeniche da sfondo gastrico: ho fatto il bis perché se no la nonna si offendeva.
Palle, sono tutte palle.

SHARE:

27 set 2016

Elena Mirò, Vanessa Incontrada e noi marziane

Settimana scorsa, in piena fashion week, io e Gloria ci siamo coraggiosamente addentrate nelle zone rosse di Milano con la consapevolezza che avremmo incontrato plotoni di giovani modelle dell'Est in giro per i casting.
Immagino che in zona Porta Genova ci siano miriadi di agenzie o la porta dell' inferno di Sunnydale perché ne avremo viste almeno 25 nel giro di dieci minuti.
Tutte le volte resto basita e la mia reazione è sempre "Ma allora esistono davvero persone così magre!" come se mi fossi trovata di fronte un unicorno con la criniera arcobaleno o Ironman in persona.
Mi succede la stessa cosa anche quando scopro che esistono persone nate nel 1996 e che hanno già diritto di voto, sì perché il 1996 mi pare passato da soli otto anni al massimo.
Per bilanciare i chakra e sentirci più a nostro agio, come il pecorino sulla gricia, siamo quindi scappate da Elena Mirò, nello store della Scala, perché veniva presentata la nuova collezione autunno inverno disegnata da Vanessa Incontrada.


SHARE:

Mettiamoci le camicette finché c'è la mezza stagione

C'è stato un periodo nel quale Rete4 e Lady Channel trasmettevano una telenovela vintage di pregio (!) dal titolo Gloria, sola contro il mondo, una cosa abbastanza inguardabile di cui, nel tempo libero o sul water, potete farvi un'idea imbarazzante qui.
Oltre ad essere entrata nel mio patrimonio delle citazioni trash, utilizzo questo calzante titolo per ogni occasione nella quale mi sento abbandonata e incompresa. Un nome, un destino.
La questione di oggi riguarda le mezze stagioni: tutto il mondo dice che non esistono più mentre io son qui a struggermi sulle stratificazioni fashion da organizzare per questo autunno 2016.


Giuro che a Babbo Natale non ci credo più, ma all'autunno sì e ho le prove che sia una mezza stagione: non si va più in spiaggia (almeno qui nelle fresche acque del Lago Maggiore, voi amici di Sciacca probabilmente fate abluzioni marine fino a Natale) però i riscaldamenti non sono ancora accesi, diminuiscono i gelati ma non è ancora tempo per la cioccolata bollente, non si mette più il lino ma nemmeno il cachemire; ad agosto bevo il latte freddo, a gennaio lo scaldo nel microonde per 2 minuti, ma a ottobre lo scaldo solo per 1 minuto. Tutto questo è mezza stagione amici, confermatemelo anche voi, vi prego.

Ed è questo il momento per sfruttare il trend delle nuove camicie, che ieri eravamo con la canotta di Costantino Vitagliano e domani saremo in onda su Chi l'ha visto per colpa di un maglione oversize in lana cicciona.



Esprit, una selezione delle mie preferite

Adoro le foto di Collage Vintage





SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.