24 ago 2016

Booster: le vitamine concentrate per la skincare

Qua non si fa in tempo a distrarsi un attimo che la moda delle maschere in tessuto è già finita e siamo ad una nuova nevrosi: pimparsi il viso coi sieri booster alle vitamine.
I sieri booster sono gocce  da aggiungere alla nostra crema quotidiana e contengono diversi antiossidanti e vitamine concentrate.
Cosa possono fare questi gocce dal nome, così performante, come booster?
Ve ne sono di diversi tipi, in base alle esigenze personali: booster detox, riparatori, energizzanti o anti rughe con stimolazione del collagene.
In pratica sono goccine con cui potete dopare la vostra crema giorno o crema notte e darvi una botta di vitamine come una pozione magica.
Chiaramente, le voglio provare.
IO QUANDO LEGGO DI UNA NUOVA CREMA

Dove trovare i booster?
SHARE:

Pantone forse ce la sta facendo

Solitamente il colore dell'anno eletto da Pantone non c'entra mai una verza con le mode, con quello che realmente compreremo da Zara e porteremo addosso o coi colori dei cuscini che metteremo sul divano.
Quest'anno invece miracolosamente Pantone ce l'ha fatta, forse anche perché gli è piaciuto giocare facile: già ha scelto due colori al posto di uno, aumentandosi le probabilità di riuscita e poi ci ha messo proprio l'azzurro e il rosa, colori che hanno contraddistinto la nostra infanzia e le relazioni sociali tra maschi e femmine e che psicologicamente non ci abbandoneranno mai.

Balmain
SHARE:

23 ago 2016

Chi seguire su Snapchat e la questione Instagram Stories

Parlando di Instagram potremmo discute di narcisismo, manie di protagonismo, di voglia di edulcorare in modo estremo il nostro quotidiano fino a dissociarlo dalla realtà o disquisire del momento storico in cui è passato dall'essere un social dove caricare "istanti" con lo smartphone ad uno dove caricare foto fatte esclusione con reflex, post produzione e set studiati come fossimo nel 2011 su Flickr o in un centro di igiene mentale per le nevrosi.
Tutto molto vero, soprattutto gli ultimi due punti e credo proprio siano stati il motivo dell'indiscusso successo di Snapchat dell'ultimo anno e mezzo.
Snapchat è un gioco super libero: non esiste il numero di follower, tutti si mostrano come realmente sono- abbiamo snapchattato tutte in pigiama, struccate, con le palle girate, mentre mangiavamo cibo triste e mostravamo la loro vita senza troppe sovrastrutture e paranoie- la durata di 24 ore dei video è un'ulteriore spinta di libertà, ci sono gli stickers kawaii e i filtri super belli e divertenti.
Non è necessaria alcuna guida per usare Snapchat, basta scaricarlo ed usarlo a sentimento, fine. 
Probabilmente il successo di Snapchat si è sentito in casa Instagram e hanno pensato di risolvere la crisi in modo semplice: copiare spudoratamente snapchat ed aggiungere le instagram stories che altro non sono che una brutta copia di snapchat ma senza filtri.

IO AD ESEMPIO NE FACCIO UN USO INTELLETTUALE

Personalmente non amo molto i video, anzi, mal sopporto gli youtubers e mi annoio mortalmente coi monologhi, ma indubbiamente ci sono degli utenti che è piacevole seguire e che continuerò a seguire solo ed esclusivamente su Snapchat perché io non tradisco un luogo dove si possono vomitare arcobaleni.
Essi sono:
SHARE:

Cose che abbiamo dovuto subire quest'estate

Purtroppo funziona così: alla grigliata di ferragosto ti metti d'accordo coi parenti per quello che si mangerà a Natale e l'estate è finita.
Non importa se sulle spiagge di Lerici o di San Vito Lo Capo si farà il bagno fino a fine ottobre.
Sul finire di agosto comincia inevitabilmente a subentrare l'ansia da rientro che è sempre stata uguale, anche quando le preoccupazioni stavano solo al livello:
- di quale colore sarà la copertina della nuova Smemo
- il più figo della classe è stato bocciato e non lo vedrò più
- la signora che portava le focacce imbottite all'intervallo non ha più la convenzione con la nostra scuola


SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.