25 giu 2017

Happy Sunday #buonadomenica


da Forst/Nixon - Il Duello, 2008
«Alle volte trovarsi fuori dal proprio orticello è una buona cosa, mi dicono».
SHARE:

23 giu 2017

Soulgreen: vegano bello e buono nel centro di Milano

Sul cibo vegano circolano tantissimi pregiudizi e i vegani vengono spesso derisi in rete in modo totalmente inspiegabile. 
Nessuno dovrebbe giudicare i gusti alimentari di nessun altro e non riesco a capire perché una persona non possa essere libera di mangiare ceci e insalata o una fiorentina in santa pace.
Personalmente, amando il cibo in ogni sua sfumatura e forma, saltello tranquillamente da un tipo di cucina ad un'altra.
Provo tutto senza alcun pregiudizio e posso tranquillamente passare, senza alcuna vergogna, dallo street food abruzzese a base di arrosticini e carne, alla cucina coreana, fino a quella vegana.
L'importante è che sia buono, con ingredienti di qualità e ben preparato.
Morale, magno tutto.
Ho quindi provato con gioia e curiosità SoulGreen, il nuovo ristorante vegano e gluten free, che hanno aperto a Milano e che vi avevo già segnalato tra le nuove aperture di interesse marziano.
Ammetto che l'alto livello di instagrammabilità del locale ha giocato un ruolo importante nella scelta, ma ho mangiato davvero bene scoprendo tante cose sul locale che ignoravo dalle mie ricerche su internet.


SHARE:

Seneca: le citazioni da usare per fingersi colti

Ieri, mentre quelli del liceo scientifico si sono trovati il mai una gioia della bicicletta con le ruote quadrate (!), per la seconda prova di maturità del liceo classico è uscito Seneca, personaggio che mi capita proprio a fagiuolo.
E' un po' di tempo che volevo scrivere due righe a proposito delle conversazioni che si devono sostenere in certi ambienti nei quali ci accorgiamo sempre troppo tardi d'esserci capitati nostro malgrado, forse, anzi sicuramente, per colpa del palinsesto estivo che non ci calamita sul divano come in inverno, ma tant'è.


Se dunque ci capita la cena con gli intellettuali, che facciamo? Tiriamo fuori Barbara D'Urso?

SHARE:

22 giu 2017

Trend: la borsa di rete per fingersi sempre al mercato


Quest'anno mia nonna sarebbe stata super trendy e sul pezzo perché aveva tutti i must have di stagione: i vestitini a vestaglietta a fiorelli che dalle mie parti le nonne hanno sempre chiamato scusarin e le borse in paglia e in rete che usava quando andava al mercato di Luino a fare la spesa.
Su Instagram praticamente è un'invasione di borse a rete in cotone, sia colorate che naturale, con dentro limoni o pesche.
Basta cercare l'hashtag #netbag e si apre un mondo di ragazze che portano a spasso la frutta per la città o una copia di Vogue.
Ovviamente l'uso di questa borsa da giorno è limitato ad oggetti grandi e di poco valore, l'utilità quindi è molto limitata, ma è sicuramente una borsa che richiama in modo forte all'estate, alla campagna e al cibo.
Con una borsa simile una pensa sempre di essere sempre al mercato a comprare le melanzane da friggere e non può quindi che regalare felicità.
Sostanzialmente sto cercando delle giustificazioni perché la verità è che l'ho comprata anche io.
Si trova banalmente al mercato oppure potete guardare su Ebay o Amazon, personalmente l'ho presa su Granit, un eshop nordico su cui spesso perdo la testa, per la cifrona astronomica di otto euro.
Ora mi mancano solo i limoni.
SHARE:

Stuzzichini green: carote croccanti

Ecco diciamo che più che green, trattandosi di carote, dovrei dire orange, ma ci siamo capiti: ricetta sana, facile e veloce da fare.
Uno stuzzichino per attendere l'ora della cena o per iniziare il pasto in modo croccante e fresco.


SHARE:
© 2013-17 Vita su Marte. All rights reserved.