17 gen 2018

Le novità di Gucci: la Collezione Casa e l'Osteria di Bottura al Gucci Garden di Firenze

Il rinnovamento di Gucci di questi ultimi anni è pazzesco e ne è determinante la presenza di Alessandro Michele, il direttore creativo che si conferma un petardo di fantasia, colori ed ecletticismo. (E le vendite degli ultimi 9 mesi si registrano a un +44,5%).


Ma per la novità culinaria stavolta è determinante Massimo Bottura.
Il 9 gennaio scorso, in occasione del Pitti Uomo, è stata inaugurata la nuova Osteria del Gucci Garden (il rinnovato museo Gucci in Piazza della Signoria) situato nel palazzo della Mercanzia a Firenze: 35 coperti, porcellane Richard Ginori e le nuance del verde come colore d'arredo, acido per le boiserie e petrolio per i velluti delle sedute.

Massimo Bottura e Alessandro Michele

SHARE:

16 gen 2018

Dove comprare maglioni di lana e di buoni filati

La delusione è sempre la stessa: maglioni invernali apparentemente morbidi e pelusciosi che, anziché svelarsi in una carezza d'angelo, sarebbero perfetti per raspare gli zoccoli dei cavalli e tutti i calli provocati dalle Louboutin.
Ma di cosa sono fatti i maglioni? E dove si comprano quelli buoni?


Ogni volta che affronto l'argomento maglioni di lana e dove trovarli non posso fare a meno di pensare ai cardigan di lana rasata che mi ha regalato mia nonna (erano proprio suoi, maglioni che risalgono agli anni sessanta!) che sono di una qualità imbarazzante, posso lavarli in lavatrice a 40 gradi senza temere che si rovinino e prima o poi abdicheranno dal mio armadio solo perché il tessuto si farà trasparente da tanto che sarà stato usato.
Oggigiorno è difficile trovare una qualità simile ad un prezzo umano e spesso la lavorazione del filato richiede lavaggi molto delicati, pena la magica trasformazione del maglione in una simpatica taglia bebè. ✓ Fafffatto.

SHARE:

15 gen 2018

Bad Hair Day: i peggiori disastri dei capelli

Le sciùre bene che vanno dal parrucchiere più volte alla settimana per farsi la messa in piega hanno in special modo il martedì come bad hair day: al venerdì si sono fatte belle per il weekend ma devono reggere oltre la chiusura del lunedì per ritrovare la forma splendente ed abbandonare il piattume sul retro della chioma generato dal cuscino e dalla poltrona in velluto sulla quale oziano in attesa del tè.
Ma queste sciùre non sanno che i mali peggiori per il nostro scalpo sono ben altri e il dramma, eccezionale o quotidiano che sia, è sempre in agguato.


SHARE:

14 gen 2018

Happy Sunday #buonadomenica


da Suffragette, 2015
«La migliore eloquenza è quella che fa ottenere le cose».
SHARE:

12 gen 2018

Colore Pantone 2018: Ultra Violet

Viola, amici. Il sondaggione di Pantone ha decretato che l'Ultra Violet sarà il colore dell'anno.
Ultravioletto come i raggi dei centri abbronzatura delle marronplatino, il colore viola come uno dei film più celebri di Whoopie Goldberg, viola come le patatine maledette che mi mangerei da mattino a sera, viola come la pioggia di Prince, viola come le macchie di vino che ti lasciano sulla tovaglia gli ospiti che non vorrai invitare mai più.



Ho un rapporto un po' limitato con questo colore: belli gli smalti e gli ombretti, graditi i piccoli complementi di arredo come vasi e cuscini di velluto e gioia per tutto il cibo in nuance.
Tuttavia, lo percepisco troppo particolare per eleggerlo a tinta preponderante del mio guardaroba nel quale, infatti, le cose viola sono solo pochi pezzi che vivono rassegnati il loro stato di comparse.
Ma le righe di cui sopra mi servono come rilettura estiva per ridere di me stessa dopo che certamente nel corso di questi mesi mi sarò comprata almeno quattro cose viola, come tutti i deboli di spirito.

Leatrice Eiseman, boss del Pantone Color Institute, associa questo colore alla creatività, al pensiero visionario, al benessere, all'originalità e all'ottimismo di cui il mondo abbisogna. Pensa soprattutto alle ametiste (ecco, io abbisognerei anche di queste) e alle nebulose di cui è pieno il cosmo. Sempre Leatrice ci fa notare quanto il viola sia complesso, poiché è costituito da due colori apparentemente opposti come il blu e il rosso.
Tutto ciò ci motiva abbastanza per tuffarci nello shopping selvaggio di viola? Siamo lieti di avere più scelta negli scioppi di tutto il mondo? Mangeremo melanzane anche fuori stagione?
Lo scopriremo a fine anno, mentre staremo verificando come sono andate le previsioni dei sensitivi e l'oroscopo di Paolo Fox.


Un po' di ispirazioni dallo street style


Salotti e zona giorno

I colori forti che danno personalità a un oggetto di design

Camera da letto

Capelli miny pony

Il viola in cucina: more, melanzane, barbabietole, uva, prugne, fichi e alcune varietà di patate, carote e cavolo








SHARE:
© 2013-17 Vita su Marte. All rights reserved.