31 lug 2013

Come sembrare una californiana in vacanza in Europa

Non c'è bionda che tenga, il fototipo peggiore per stare al sole è quello delle rosse naturali.
Pertanto se non avete un'esplosione di rame in testa non potrete mai capire, nessun altra tipologia femminile, per pur bianca che sia,  può competere con un sottotono rosa, pallore perenne, tendenza alla scottatura persino a marzo alla fermata dell'autobus- ne sono testimone- e necessità di protezione cinquanta, cappello, copricostume per le ore calde ed uso di una maglia protettiva in caso di lunga permanenza in acqua.
Sì, se sto molto in acqua devo entrare con la maglietta per avere la certezza di uscire viva.
Spesso sento alcune, bionde o more,  che dicono "mi scotto subito, sono chiara", bene, vivono nella beata ignoranza di quello che comporta avere gli stessi problemi di un Vampiro centenario che decide di fare due passi a Santa Monica alle due del pomeriggio.
Pertanto nei miei beach must have ci dovrebbe essere anche una benedizione prima di scendere in spiaggia ma facciamo finta di essere personali normali.
Cosa è d'uopo avere nell'estate 2013?

Un bikini con le frange che fa molto californiana in vacanza in Europa, magari spezzato con la parte sotto o  per colore o per fattura.
Siate parche col matchy-matchy.
@ILNemico su Twitter mi ha fatto presente che può sembrare di avere un calamaro addosso, giusta osservazione ma ci piacciono comunque.
I costumi de nonna con la mutanda inguinale facciamo che li guardiamo solo su Pinterest, ok?



SHARE:

30 lug 2013

Steal her look

Andrò in vacanza alle Cicladi in Agosto- risate da telefilm americano in sottofondo- e voi capite bene che mi dovrò nutrire di crema solare protezione cinquanta per evitare di finire in ospedale dopo due ore ed essere scambiata per una protagonista di Malattie Imbarazzanti.
Pertanto accetto molto volentieri vostri consigli su creme, pillole, incantesimi e pozioni per evitare di cambiare la pelle come Nagini.
In tema mare ho visto questo bellissimo costume su Amlu in uncinetto bianco con taglio vintage.
Io adoro i costumi interi.

via amlu.com
SHARE:

29 lug 2013

17 lug 2013

Una fetta tira l'altra

Qui vi parla un'inguaribile golosa, non c'è niente da fare.


Ecco una torta davvero speciale per la sua cioccolosità e che non rimane per nulla asciutta grazie alla farcitura interna di marmellata (io ho usato quella all'arancia). Come potete vedere dagli ingredienti lo zucchero è poco, proprio perché l'ulteriore dolcezza è data dalla marmellata.
Potete usare le nocciole tritate finissime o anche le mandorle o un mix come ho fatto io in questo caso!
Durante l'estate è un must riporla in frigorifero: ne guadagna in quella piacevole freschezza per il palato e dannatamente non riuscirete a fermarvi!!!

PS: L'ho chiamata DOLCE SOGNO, riferendomi ad un immaginario utopistico di pesoforma.

SHARE:

11 lug 2013

Abitare: il loft

Il LOFT è una tipologia di abitazione ricavata in un contesto di ampio spazio, con frequente possibilità di soppalcatura grazie ai soffitti notevolmente alti e numerose finestre e vetrate.
Aziende dismesse, vecchie stazioni, complessi industriali inattivi: queste le location più adatte a dar vita ad un ambiente moderno, molto luminoso e totally open space.
Una nuova (relativamente alla storia) concezione residenziale che divide: il loft piace o non piace.


Il LOFT è gradito da soggetti molto metropolitani, amanti del design e della casa come luogo di accoglienza funzionale e artistica, diversamente da chi concepisce l'abitazione come caldo focolare domestico.
Spesso è abitato da pittori, architetti, musicisti. E' ideale per chi vive la metropoli e non vuole sentirsi soffocato, è perfetto per chi necessita di tanto spazio e di luce.

Ecco le foto di un loft very fygo della zona dei Navigli a Milano:


Come vedete dalla scritta sovraimpressa sulle foto, questo loft è attualmente in vendita presso l'agenzia Engel & Völkers... vi do sempre consigli per lo shopping! :-D

SHARE:

4 lug 2013

Forever happy but never meal

LO SAPETE che un menù Mc Donald's non si decompone nemmeno dopo due anni???
Non è molto HAPPY MEAL questa cosa.

E' noto che si tratti di cibo spazzatura, ok. Però pare proprio non esserci un limite alla merda ai conservanti che contiene!

Sally Davies nel 2010 ha iniziato il progetto che tiene a bada il processo di deperimento di un Happy Meal; deperimento, a quanto pare, ancora non avvenuto.
Nella foto qui a lato il suo cane festeggia l'anno del menù e nella galleria QUI su Flickr potete trovare tutte le foto, arrivate ora al giorno 881.
Ovvero due anni e mezzo di HAPPY meal.
Quando si dice felicità eterna, eh?


SHARE:
© 2013-17 Vita su Marte. All rights reserved.