20 ago 2013

Strudel = Vortice

Il mio profilo instagram è pieno di cose buone da mangiare perché mi piace immortalare ciò che poi mi darà emozioni e buone sensazioni al palato!
Prometto sempre di dire il 'come ho fatto' ed ecco qui la mia procedura per lo STRUDEL DI MELE.


Non sono stata precisissima nelle indicazioni del ripieno perché dipende dalle dimensioni delle mele che avete e dal vostro gusto in fatto di uvetta, pinoli e cannella (fate voi).
Stavolta ho aperto la mia dispensina dolce e ho scoperto di aver finito l'uvetta! Quindi lo strudel in foto ne è tristemente privo.
Prima di incorporare la marmellata, ne ho messo i due cucchiai in una tazzina, l'ho allungata con dell'acqua e ho mescolato bene: così facendo risulta più omogenea e avvolgerà bene il composto di mele, ecc.
Mi son dimenticata di segnare lo zucchero: potete aggiungerne un cucchiaio se avete a disposizione delle mele un po' aspre. (Io ho usato 3 mele del mio melo del giardino, un po' asprette e ho aggiunto dello zucchero).

Cosa importante: il quantitativo di pasta vi consente di ottenere due strudel: potete quindi farne due di mele (la seconda metà di pasta si conserva in frigo per un paio di giorni), oppure potete fare uno strudel salato, magari con porri, fontina e speck :-)

Dal tedesco Strudel = vortice, forse perché quando entri nella sua bontà non ne riesci a uscire più!!!

SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.