17 set 2013

Il cappotto oversize is the new comitato d'accoglienza

Pare che quest'anno potremo diventare tutti più buoni senza nemmeno dover aspettare il Natale.
Già con l'arrivo del primo clima autunnale infatti, seguendo i fashion dettami, sarà possibile accogliere una famiglia di immigrati clandestini all'interno del nostro CAPPOTTO, perché la moda lo vuole oversize.
E così parenti, amici, animali domestici e alcolisti anonimi sono tutti invitati nel nostro cappotto, senza che il mondo li possa vedere; si può dare una festa e collocare gli amici più simpa sopra la cinta e quelli del 'eh ma dovevo invitarli per forza' in zona deretano.


Sembreremo tutte delle Ive Zanicchi strutturate a festa o più semplicemente delle casalinghe di Voghera uscite in vestaglia, perché i fenomeni ce li fanno anche nei toni pigiamin-pastello.
Sedetevi per sbaglio su una panchina della vostra città col sacchetto della Coop e l'effetto clochard è assicurato.
Chissà che fighe poi se come me non superate il metro e sessanta.


E il drammatico problema è che il CAPPOTTO OVERSIZE CI PIACERA'.
Il momento di critica lucidità sta già per cedere il passo alla coda per la cassa da Zara.
E diremo addio agli attimi romantici in cui potevamo cercare il tepore del maschio: perché saremo NOI a riscaldare il fidanzato, ma anche tutti coloro i quali si vorranno aggiungere all'ammucchiata.
Tanto c'è posto per tutti!





SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.