02 ott 2013

Le frittelle di zucchine

Dovete sapere che anche io ho vissuto il mio momento FRIENDS in un appartamento in centro città, dove i vicini di casa erano giovani ragazzi e ragazze con tanta voglia di suonare il campanello.
Si sono susseguite allegre cene e casuali riunioni di gossip sul pianerottolo o nel cortile, discussioni sull'immondizia e sugli scarafaggi e serate Grande Fratello (era l'epoca di Salvo il pizzaiolo e dintorni, che culo).
Il momento Friends a volte si trasformava anche in momento X-Files grazie ad una vicina in particolare che ci ha fornito tanti ricordi al limite del paranormale e della psicosi alienante.
Per motivi di privacy e istinto di sopravvivenza non posso fare nomi e i grandiosi episodi da oscar mi riservo di raccontarveli di persona quando verrete a bere una cioccolata su Marte.

Ma perché ho rimembrato la mia ex vicina di casa?!
Perché spesso un cibo in particolare suscita dei ricordi ai quali quella pietanza verrà poi indissolubilmente legata e la mia vicina amava fare le FRITTELLE DI ZUCCHINE.


Settimana scorsa ho sfogliato il numero biblico di Elle ottobre (più di 600 pagine) e, nel giungere eroicamente verso la fine, ho trovato la ricetta che ha scatenato l'epoca Friends & co.
E mi sono messa ai fornelli.

Ho sminuzzato lo scalogno e l'ho fatto soffriggere in poco olio, poi l'ho 'scolato' e messo in una ciotola nella quale ho aggiunto il caprino (80 gr è 1 caprino), l'uovo sbattuto, il prezzemolo tritato, il sale, il pepe e la farina. Ed infine ho incorporato le zucchine grattugiate.
Ho scaldato abbondante olio di oliva in una padella e ho messo il composto suddiviso in cucchiaiate: con queste dosi ho ottenuto 6 frittelle di circa 10 cm di diametro (le ho fritte tre alla volta).

La mia vicina non metteva il caprino, né il soffritto di scalogno, ma latte e parmigiano reggiano, a occhio.
Potete fare secondo il vostro gusto e secondo quello che c'è nel vostro frigorifero.
Io sto morendo di fame. Ciao.

SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.