01 ott 2013

Siamo andate al cinema: Bling Ring


«Va bene, a casa di chi andiamo adesso?»

«Chiara Ferragni è alla settimana della moda a Parigi».


Ma ci siamo messe in auto e siamo tornate a casa nostra.
Perché Chiara Ferragni non avrebbe avuto le vetrate scorrevoli aperte e non avrebbe lasciato le chiavi di casa sotto lo zerbino: il suo appartamento milanese non sarebbe stato così accessibile.
Ma tant'è. Perché BLING RING ci racconta la storia, realmente accaduta, di una band di ragazzi alla soglia dei diciotto anni che sono riusciti a introdursi ripetutamente nelle case dei milionari americani sottraendo loro Birkin, Chanel, Louboutin, Rolex, denaro, opere d'arte e tutto ciò che materialmente esprime successo e ricchezza e si chiama LUSSO. Fino a sfiorare i 3 milioni di dollari di refurtiva in meno di un anno di attività.


Non vi racconteremo il FINALE perché non c'è. (?)
Il film si sviluppa su una serie di dialoghi scarni ed essenziali, che cedono protagonismo alle immagini e alla musica in un sapiente montaggio dal ritmo coinvolgente e che può condurre nel vortice del piacere del possesso.
Bling Ring è ossessione della celebrità e dei suoi feticci, del mito dei soldi facili e delle nottate hollywoodiane a base di vodka, cocaina e, curiosamente, niente sesso.
Non c'è molto altro dietro le azioni incoscienti dei cinque protagonisti: il vuoto siderale, una realtà molto asciutta ed annoiata che avrebbe meritato, per principio di antitesi, un minimo di approfondimento caratteriale da parte di Sofia Coppola.
La storia c'è ma rimane solo in superficie, solo un'osservazione della realtà distaccata e vuota quanto le teste dei cinque protagonisti.
Pertanto se cercate un film impegnato resterete delusi, se cercate un film frivolo un po' biondo sulla moda potrebbe fare per voi.
Per lo meno le protagoniste di Bling Ring -anche Mark lo mettiamo nel calderone rosa- sono più piacevoli di quelle carampane arrapate lagnose di Sex and the City e la colonna sonora spacca. 
Di certo ieri sera tutto quel bombardamento di borse, scarpe e giuielli ci ha un po' stordite tanto che ora ne siamo altamente coinvolte e stiamo studiando l'attuazione di un BLING RING in salsa italiana:

✓ a casa di... VALERIA MARINI
Completini intimi tempestati di pietre preziose, sandali gioiello, extension in pacchi da chilo, collant contenitivi, sobrie borse di Braccialini.

a casa di... DANIELA SANTANCHE'
Una bella collezione di borse Hermes, cappelli a tesa larga formato super-attico, botox, diavolerie di pelo (1 e 2).

a casa di... GUENDALINA CANESSA
Abiti e corredini per chihuahua, guardaroba neon-fluo.

a casa di... NICOLE MINETTI
Borse Chanel, Labelli ovunque e mutande sgommate di Gué Pequeno.

✓ a casa di... ALESSIA MARCUZZI
La succursale della Danone e poco altro.



Stiamo già pianificando il tour a bordo della nostra navicella marziana.
Volete unirvi a noi?


SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.