20 nov 2013

Chevalier Ring: l'anello da mignolo

Se Babbo Natale ripassasse adesso che siamo grandi diventerebbe pazzo.
Whishlist infinite che gli farebbero aprire migliaia di ordini online e girare senza sosta nei più bei negozi di moda, scarpe, accessori per la casa, gioielli.

Settimana scorsa, passeggiando per la bella Torino, ho visto una vetrina in via Lagrange piena di bellissimi ANELLI CHEVALIER, quelli che solitamente sono fatti per essere portati sul mignolo e ho messo la foto sulla fanpage di Vita su Marte. (Se non siete fan quest'anno riceverete dei regali orrendi, è scritto nel destino).



Si tratta di anelli di una certa solidità, sono spessi e la loro lavorazione è molto semplice per ciò che riguarda la linea e può essere più articolata per quello che è presente sulla faccetta frontale, il più delle volte di forma ovale, tonda o quadrata.
Ci possono essere strass, lamine di madreperla o di pietre dure, smalto colorato, incisioni.
E sono quest'ultime a renderlo d'aspetto più nobile, come del resto furono le sue origini di anello con stemmi nobiliari che poteva anche essere usato per lasciare il segno sulla ceralacca calda, personalizzando il sigillo.


Se l'anello da mignolo è un vostro desiderio, un primo consiglio è quello di chiedere a mamma e nonni: magari qualcuno in famiglia ne possedeva uno così, persino in oro vero (spesso erano in oro rosso), perciò basterebbe farselo regalare e portarlo dall'orefice per ottenere la giusta misura che si adatti al nostro dito.

Poi si può dare uno sguardo nei negozi di gioielleria e bigiotteria dei nostri dintorni.
Infine, cercando in rete si possono trovare anelli graziosi e magari anche personalizzabili con le nostre iniziali.
Io ho trovato interessanti le proposte di Maschio Gioielli, di MiniMisses (un'artigiana che vende su Etsy), di Rubinia Gioielli e di BeMine, un sito greco che propone davvero ampia scelta.






Sono sicura che Babbo Natale ha uno chevalier ring con la sua effigie barbuta.

SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.