28 nov 2013

TOP OF THE FLOPS

Esistono leggi naturali incontrovertibili ed inconfutabili sulla misteriosa correlazione antitetica tra professione ed apparenza.
Sputo lo Zingarelli che mi sono magnata e mi spiego meglio: le parrucchiere hanno brutti capelli, i dentisti denti storti e le makeup artist si truccano come Moira Orfei per una serata speciale.
Succede anche nella moda.
Tipo le Olsen, le paladine dell' homeless chic, che sembrano perennemente delle ragazzine problematiche scappate di casa con i loro quattro stracci.
Coloro che delle menti problematiche hanno eletto, per oscure e misteriose ragioni, icone di stile.
Scusate ma allora, per onestà intellettuale, dobbiamo rivalutare tutti i tedeschi che nel 1988 infestavano i campi di bocce di Igea Marina con le stesse ciabatte.





No, non avete leccato un rospo in California.
Questa è Lady Gaga.
A New York.
A novembre.



Hayden Panettiere spero abbia denunciato il suo chirurgo per averle impiantato le protesi mammarie di alien.



Su Marte non giudichiamo nessuno per il suo aspetto fisico essendo sane mangiatrici di carboidrati e portatrici di ciccia.
E infatti nessuno dice niente sul fatto che Kim Kardashian abbia un panettone Bauli lievitato per cinque mesi al posto delle chiappe, ci mancherebbe. 
Il problema è che ce ne siamo accorti tutti, tranne lei.



SEXY Cara Delevingne!



Beyoncé con questa la menata del bootylicious e del suo sentirsi figa aveva già rotto le palle nel 2009.
Fossi in lei mi preoccuperei di più dei suoi costumi di scena.


Dal mondo blogger.
Perché si sa, le fashion blogger straniere sì che si vestono bene.
Mica come quelle italiane.











SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.