19 dic 2013

TOP OF THE FLOPS

Vi sono cose che persistono nonostante il loro tempo sia esaurito ed ovviamente esse sono fastidiose come la sabbia negli spaghetti e vongole.
Ad esempio le cimici che, nonostante il freddo polare ed una nuova glaciazione in arrivo, non schiattano ma persistono nella loro ignobile esistenza. 
Ne ho vista una, appesa esternamente alla zanzariera del mio bagno, esattamente dieci giorni fa a testimonianza che il maligno esiste e vive tra noi.
Insieme alle cimici, in barba al freddo ed al senso civico, sopravvivono anche i trend osceni che delle menti malate hanno voluto propinarci questa estate.
Parlo delle Birkenstock che personalmente non metterei nemmeno per andare in vacanza ad Ortisei con le amiche di Burraco di mia zia.
Viste poi in versione invernale, come le indossano Coco Chic ed Afterdkr, sono brutte come un'epidemia di ebola nel Congo.





Insieme alle scarpe di S. Francesco sopravvive anche la divisa di lavoro dello Zio Jesse. 

non mi ricordo la blogger

Anche il trend dello sherling purtroppo non ci abbandona.
Rumy Neely lo indossa insieme a delle scarpe che tecnicamente definirei demmerda.
Persiste anche qui il misterioso binomio del pelliccia sopra/ sandali sotto.


Sandra invece fa l'alternativa con un gilet di pelo di Schnauzer gigante.


Prosegue anche il trend "adolescente problematica scappata di casa".



Per la sezione invece " Cose visibili dalla Luna" abbiamo la collana e le scarpe di Madame de Rosa.






Cosa ci fa Zagu sul set di Vacanze di Natale 1983?





Veronica ci racconta il suo outfit così:
"Inizia una nuova settimana e io la trascorrerei tutta avvolta in questo maxi pull caldissimo e avvolgente di Stefanel. Ieri l’ho abbinato a un paio di skinny jeans e alle mie nuove scarpe di Aennis Eunis. Era da un po’ di tempo che non indossavo i tacchi di giorno, ultimamente prediligevo la comodità all’estetica. Ma davanti a queste scarpe meravigliose non ho saputo resistere! E vi dirò che sono anche abbastanza comode :)"

Dai amica, te le hanno regalate ma si vede che sono comode come le mutande fra le chiappe.



Irene invece ha pubblicato un tutorial su come sembrare uscita dal 1975 in poche semplici mosse.



Alessia di Chilicool :
"Come quando. Il rumore del vento che ti taglia il viso, gelido e pungente. Ti fa impazzire eppure al tempo stesso ha quel non so che di misterioso ed affascinante. Come quando il Natale richiede amore, ma anche un pizzico di coraggio, ed è il nostro momento romantico tra cuori e Last Christmas in sottofondo e ogni volta ti sorprendi ad ascoltarla come se fosse la prima. Come quando affidi ad uno chignon improbabile i capelli scompigliati. E pensare che quando lo fai ad occhi chiusi riesce così bene"
Invece di leggere Fabio Volo io avrei  semplicemente lavato i capelli.



Ora  fate le brave, mettete un like QUI che sennò il giorno di Natale vi svegliate vestite così





SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.