03 gen 2014

A me i saldi stressano


Passato Natale e Capodanno possiamo pensare al vero evento: i saldi.
Tralasciando l'autocosciente scelta masochistica di un outlet o di un low-cost in pieno centro, tralasciando la possibile guerriglia urbana che ne possa derivare, il certo divorzio in caso ci portiate il marito, la sicura crisi di nervi di fronte a due maglioncini rosa identici solo a due stolti occhi maschili, la stretta al cuore di fronte ad una borsa di Prada che manco in saldo la possiamo prendere, il vero dramma si insinua nello shopping drammatico.
E succede, a me succede sempre. 
Succede di partire da casa con l'intenzione di risollevare l'economia mondiale, di impennare spread, cariche come Hitler di fronte alla Polonia e di finire come a piangere in camerino come Enzo Paolo all'Isola perché il vestito di Zara che tanto desideravamo ci  fa sembrare Christina Aguilera dopo il pranzo di Natale.
E poi è una catena: Mango ma che robaccia è questa? Se corro con questi pantaloni di acrilico prendo fuoco per le scintille, per comprare da Prada non dovrei più alimentarmi, maledette russe, fanculo non dovevo mangiare così tanto a Natale che tutti quei gamberoni facevano un paio di scarpe, da domani mi metto a dieta, l'anno prossimo non faccio regali a nessuno che poi non c'ho soldi, oggi non trovo manco una canotta di acrilico cinese da H&M, questi pantaloni di pelle mi fanno sembrare grassa come Marisa Laurito, su internet mi sembrava tutto bello, oh ma una borsa nera manco a pagarla, sono tutte magre ma da Zara poi rimangono solo le xs, te con quello shatush orrendo levati.
Troppe aspettative, idee confuse, troppo  gonfiore cibo, troppo stress ma soprattutto nessuna lista.
Serve un  piano preciso, una lista puntuale e dettagliata di cose che vorremmo e sarebbe d'uopo avere della stagione in corso per avere una minima possibilità di scampo.
Quest'anno, in ordinato sparso, le mie sono:

-Stivali flat over the knee in suede

-Un pellicciotto eco

-Una gonna di pelle, dei pantaloni o un vestito con degli inserti in pelle

-Una borsa tracollina nera

-Un abitino scozzese 

-Un paio di  Nike Free Run 

-Slipon leopardate

-Un beanie grosso, cioccioso e rosa

- Jeans tipo Pop di Acne













SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.