17 gen 2014

Backpack Fashion Trend: il ritorno dello zaino

Come avrete potuto constatare in molti street style, nei negozi e negli shop online, stiamo assistendo al ritorno dello ZAINO.
Per me zaino vuol dire scuola prima di tutto e io ci andavo ai tempi dell'Invicta e della Seven; avevo l'Invicta più figo, quello estensibile, che in effetti tanto figo non era perché voleva dire che ci stavano più libri, che avrebbero poi simpaticamente contribuito alla mia ernia del disco.
Inutile dire che quelli della Leopard con il jingle pubblicitario UH LLA LLA' CHE BELLO ANDARE A SCUOLA CON GLI ZAINI LEOPARD mi stavano sulle palle.
Poi è arrivato il momento Eastpak e se c'è stato in mezzo qualcos'altro me lo sono perso.


Rimembro ancora i tempi in cui volevo a tutti i costi uno zainetto Mandarina Duck, l'ho avuto e poi si è cotto al sole, con tutto quello che costavano.
Zaino vuol dire anche il giochino di Ambra ai tempi di Non è la Rai.
Zaino vuol dire mettiamoci dentro acqua e panini con la mortadella e andiamo a fare una gita.



Chanel per la primavera ci sfodera zaini così conciati male che, proprio come l'arte contemporanea, potremmo farli anche noi ed evitare di spendere 3.500 dollari cadauno.




E se queste sono alcune tra le altre proposte del mondo luxory:



Ecco qui una shopping selection LOW COST che potrebbe farci togliere lo sfizio impegnandoci con molto meno cash, tutto ampiamente sotto i 50 euro:




Quindi? ZAI-sì o ZAI-no ?
SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.