10 mar 2014

Biscotti di kamut senza burro con nocciole e miele


Questi biscotti sono chiaramente uno strano ed anomalo slancio dietetico, ma vi assicuro che sono molto buoni pur non contenendo burro e zucchero raffinato.
Sono privi di latticini, senza lievito e sono fatti con la farina di kamut, pertanto sono ottimi in caso di intolleranze.
La farina di kamut è una di quelle cose che compro, un giorno vi fotografo la mia marziana dispensa, giuro, non per personali intolleranze ma solo per un mero slancio di shopping alimentare.
Facessero la farina di tuberi di mangrovie dell'amazzonia io la comprerei e la metterei in dispensa vicino alle noci pecan e alle carote nere.
Ad ognuno la sua nevrosi.
Ma veniamo a noi, questi biscotti li ho fatti così:

200 grammi di farina di kamut
100 grammi di nocciole tritate
4 Cucchiai di miele millefiori
1 uovo
1/2 Bicchiere di latte di soia
1 Cucchiaio di olio di semi
1 punta di bicarbonato di sodio

Setacciate la farina ed aggiungete l'80% delle nocciole tritate insieme al miele, io ne ho utilizzati solo 4 cucchiai per non zuccherare molto ma è a vostro gusto personale, al latte di soia e all'olio di semi.
Sconsiglio l'olio di oliva perché molto più saporito di quello di semi e vi può far virare nettamente il sapore dei biscotti.
Aggiungete quindi un uovo e una punta di bicarbonato.
Fate la classica palla con l'impasto e mettetela a riposare mezzora al fresco.
Stendete poi l'impasto e una volta tagliati i biscotti pressategli sopra qualche nocciolina tritata.
Volendo li potete "lucidare" con il rosso d'uovo, ma io ho preferito mantenerli rustici.
Metteteli in forno a 160° per quindici minuti al massimo.
Io li ho mangiati con del latte di soia vanigliato grazie ad una miscela per milkshake.




SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.