31 mar 2014

Extra Fashion Tips: rispettiamo le altre culture

A volte lo scempio è tale da non voler credere che quel determinato outfit sia stato concepito con la consapevolezza di un concetto di moda e nemmeno ci si può accontentare di pensare che il soggetto in questione abbia il gusto dell'orrido.
Perciò quando si va oltre è lecito pensare che sia un fattore culturale e come tale va rispettato.
Loro sanno quello che stanno facendo e onorano concetti, popoli, storia, tradizioni e ideali che noi deboli e minorati umani fashionisti non possiamo comprendere. Ma sforziamoci di farlo:

Io gli angeli della morte me li immagino così.
(Al Melbourne Fashion Festival dello scorso marzo s'è visto questo e molto peggio).


Rievocazioni storiche della marcia su Roma.


Fantini a riposo che si vestono color stelle filanti.


La Zarina Anna va a lezioni di geometria applicata.
(Ma Giovanna Battaglia è intoccabile!)


Donne coraggio che perdono gli arti ma sfoggiano tuniche di eco-pelo
impossibili da indossare senza le braccia.
Un esempio per l'umanità.


La prof. d'inglese delle medie smarrita per il trasferimento di sede.


L'emancipazione dei Pigmei Baka.


SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.