21 mar 2014

Lov Organic: l'atelier delle infusioni

Voi lo sapete cos'è il Rooibos? O l'Honeybush?
No???
Manco noi. Almeno fino a ieri, quando abbiamo potuto provare un'esperienza green-sensoriale grazie ad un workshop organizzato da Løv-Organic.
Løv-Organic è un brand francese, malgrado il nome sia di origini scandinave, Løv significa foglia, di tè ed infusioni totalmente biologici, confezionati in deliziosi barattoli di latta colorata dal design minimal ed essenziale e in bustine di puro cotone naturale, non trattato con sbiancamenti al cloro e senza punti metallici, a differenza delle più comuni bustine del tè e delle tisane che troviamo al supermercato.
Siamo tutte un po' bionde e, ammettiamolo, se una cosa oltre ad essere buona è anche bella siamo tutte più felici.


Il workshop si è svolto nell'Appartamento Lago di Brera, un vero gioiellino di design d'interni che il tenant prescelto, che vi abita per due anni, apre ad eventi culturali di vario genere.
Si tratta di un nuovo modello economico per far diventare un appartamento, progetto di design, un punto di riferimento per la zona. 
I "tenant", cioè i responsabili della casa, possono, una volta scelti, soggiornare in questi appartamenti speciali gratuitamente per due anni, a patto che siano disponibili ad aprire le porte di casa propria per eventi culturali, incontri o feste.
Insomma per essere tenant e poter vivere gratuitamente in questi gioiellini di design bisogna decisamente essere socievoli e aperti a varie occupazioni momentanee.

Appena arrivate ci viene presentata l'azienda e ci fanno un fare dei blind test delle varie infusioni per comprendere quanto il nostro palato fosse allenato ai sapori "verdi".
Io e Gloria già assaporavamo la vittoria, in qualità di visibili esperte di cibo e cucina in mezzo ai nostri compagni blogger tonici e magri come forse noi lo eravamo in seconda media.
Ma ci sbagliavamo, non essendoci alcun infuso di amatriciana abbiamo mestamente fallito su tutti e cinque le infusioni tranne per la prima che, essendo rossa, era impossibile sbagliare.
Forse l'insalata con pollo, bacon e senape mangiata prima ci aveva confuso il palato?
Forse il gelato di fiordilatte di montagna dell'Eataly ci aveva mandato in coma glicemico le papille gustative?
Sta di fatto che non abbiamo indovinato manco la menta. Buuuuuhhhh.



Finito il blind test e la nostra disfatta - tanto non lo abbiamo detto a nessuno e abbiamo barato fingendo di aver indovinato - ci siamo dirette, armate di grembiule e arnesi del mestiere verso il workshop per creare il nostro mélange del cuoore.





Dopo aver fatto notevoli pasticci, alla fine ho scelto dei tè rossi provenienti dal Sud Africa, Rooibos ed Honeybush, insieme alla menta verde rinfrescante.
Dal primo aprile, anche voi potrete provare gratuitamente il percorso dell’Atelier delle infusioni e creare il vostro mélange ideale nella boutique del brand di Milano, in Via Victor Hugo 3.



SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.