24 apr 2014

Fictitious Dishes: il foodporn della letteratura

Se siete appassionati lettori di libri e romanzi, se amate evocare ricordi attraverso le immagini e se vi piace il cibo, non potete fare a meno di conoscere il lavoro appena pubblicato dalla designer & art director newyorkese DINAH FRIED.




Fictitious Dishes: lo dice il sottotitolo, an album of literature’s most memorable meals, è un libro fotografico che raccoglie 50 momenti food tra i più noti nella storia della letteratura.
Quando ancora era studentessa presso la Rhode Island School of Design, Dinah Fried ebbe l'idea di ricreare le tavole e ambientare il cibo che ben fu descritto nei libri, dando così una percezione visiva di ciò che finora ciascuno aveva potuto solo immaginare a modo proprio.
Le immagini sono accompagnate dalle citazioni del libro, i precisi passaggi in cui l'autore faceva riferimento al cibo rappresentato nella foto e da altre curiosità su quel particolare alimento.

Non mi ero mai accorta di quanto anche per me la memoria storica di un determinato romanzo vive anche (o forse soprattutto) attraverso i cibi di cui parla: per esempio, grazie ai Malavoglia di Verga ho scoperto l'esistenza dei lupini, legumi ben poco diffusi nel nord Italia.
Per non parlare di Afrodita di Isabelle Allende e della sua Charlotte degli Amanti: dolce da fare e rifare mille volte!!!


Alice nel paese delle meraviglie - Lewis Carroll


Heidi - Johanna Spyri


Il grande Gatsby - Francis Scott Fitzgerald


La metamorfosi - Franz Kafka


Moby Dick - Herman Melville






SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.