14 mag 2014

Instagram, nemico o alleato della dieta? Tre consigli per sfruttarlo per la prova costume

Instagram è il mio nuovo alibi: come cavolo posso mettermi seriamente a DIETA se ogni volta che lo apro vedo piatti di pasta alla carbonara, fritto misto di qualunque cosa, cheescake al triplo cioccolato?!
C'è qualcosa che non va ed è tutta colpa loro, e io che li seguo pure. Diavoli tentatori che non sono altro.
E poi spiegatemi com'è che le loro foto superano tutte le 500 calorie e poi sono scialla in bikini a Montecarlo come delle gnocche pazzesche. Ordinano solo per instagrammare?! Fotografano il cibo degli altri tavoli?! 



Ma l'alibi non regge perché tutto si può ribaltare e Instagram può tornarci persino utile per la prova costume in tre semplici mosse, dando un'aggiustatina ai nostri followings:

✔ Depennate i food blogger più accaniti, gli amanti del junk food e quelli che instagrammano solo dolci e colazioni che da sole soddisfano il fabbisogno calorico della giornata di una mucca gravida. 
Beh dai, non eliminate proprio tutti, qualcuno vi servirà da prova di forza come le "sigarette sul comodino che non fumerò mai perché sto smettendo".

✔ Iniziate a seguire le celebrities e le fashion blogger più fàighe, privilegiando i profili fisicati come quello di Claudia Galanti (maestra di vita) e Belen Rodriguez, ricordandovi che loro hanno sgravato e voi probabilmente no.

✔ Scovate i profili che taggano le loro foto con #healthyfood, #bodytransformation (robe così), tutti pazzi per l'ortofrutta e il fitness: seguiteli SUBITO.

Naturalmente se avete l'ingiusta fortuna di dover fare una dieta ingrassante dovete procedere esattamente nel modo contrario e non tornate più su Marte fino a che non siete almeno in leggero sovrappeso.




[ Questo post è stato scritto a stomaco pieno, come ogni volta in cui io e Rossana parliamo di dieta:
sempre motivatissime dopo i pasti.
Chissà perché.
Poi tutto svanisce in un piatto di lasagne. ]

SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.