05 giu 2014

Top of the flops un po' di tutto edition



Fateci caso.
Circa ogni ventotto giorni accadono spesso cose nefaste: arrivano le mestruazioni, esce una nuova capsule collection di una qualsiasi blogger e c'è un red carpet.
Ormai fanno red carpet per tutto.
Alla fine basta un tappeto rosso del Brico, un fondale coi nomi dello sponsor e quattro star malvestite.
Non mi stupirei se facessero un red carpet anche per festival della mortazza di Carpi.
E' così che questa settimana ci sono stati i CFDA Award e Anna Wintour ha premiato Rihannaahahah quale icona fashion 2014.
Rihanna è stata coerente al suo personaggio, con il suo stile e ha fatto una scelta di sobrietà: si è presentata nuda con addosso 200 chili di swarovski.
Siamo tutte d'accordo che Anna Wintour dovrebbe venire ostracizzata a vita in una fabbrica Desigual?




Ho apprezzato invece la scelta delle gemelle Olsen, perfettamente adatta ai loro 77 anni.




Anche Cannes è finito, ha chiuso la kermesse un Mangiamorte.



In Italia è Maleficent mania, ovviamente anche qui ci hanno fatto un red carpet.
Le migliori?
Alessia Fabiani che confonde una prima per Carnevale.


Convinta.


Anna dello Russo, credibilissima e perfetta nel ruolo.
Io penserei a lei per il sequel.


Sì, anch'io vedendo Carmelita D'urso ho pensato ad uno scarabeo cornuto.


Ok, abbiamo red carpet, abbiamo mestruazioni - qui si spiega la mia accomodante dolcezza - e le capsule collection delle blogger?


Presente Bikini Lovers? I costumi colorati a fascia di Chiara Biasi?
Sembra che Chiari Biasi non si sia inventata nessuna fantasia, maddai, che non ci sia stato nessun lampo di genio, mannò? nessuno slancio creativo.
La cosa sconvolgente è che si parli di "Fans sotto shock".


SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.