08 lug 2014

HP #sembramanonè tra tecnologia e cucina molecolare

Se vi dicessero: "Pensa ad una cosa che sembra ma non è"  il risultato potrebbe essere davvero vario e potenzialmente infinito, alla fine è tutto un gioco di percezioni ed apparenze personali.
Un po' come quando scegliete un outfit.
Quaranta minuti di nevrosi per capire cosa mettervi, scegliete il nero, volete sembrare la regina del minimal concettuale, la sorella mancata di una blogger nordica, una palese cliente di Acne Studios, no logo convinta, stilosa e bellissima.
Nel delirio modaiolo a tratti vi sembrate quasi una editor divina come Kate Lanphear che sosta fuori da una sfilata di Céline alla Paris Fashion Week.
Siete praticamente invincibili, prossime alla conquista del mondo, poi arriva un vostro amico e vi dice: "Perché ti sei vestita da mimo?".
Potrei anche dirvi di quella volta in cui ero convinta di sembrare più magra nel mio nuovo vestito di Cos e invece qualcuno mi ha chiesto se fossi al quinto mese di gravidanza, ma voglio mantenere un certo decoro con voi.
True story.

Comunque proprio intorno alle percezioni e all'apparenza è ruotato l'intero evento di HP organizzato alla Maison Blanche, un bellissimo appartamento di design in zona Bicocca a Milano.
Si è parlato di tecnologia, green e - per nostra immensa gioia e gaudio - di cibo e di cucina molecolare.
Minimo comune denominatore di tutto è stato ovviamente proprio l'hashtag #sembramanonè che è perfettamente applicabile innanzitutto alle nuove HP Officejet Enterprise che hanno come caratteristica quella di essere stampanti a getto d’inchiostro per le grandi aziende, ma con le prestazioni e la resa di una stampante laser.
Le stampanti a colori HP Officejet Pro X Series e MFP raddoppiano infatti la velocità di stampa e dimezzano i costi, rispetto alle stampanti laser.
Roba spessa.
Il contributo al tema dei blogger partecipanti è arrivato ovviamente dai social e da Instagram, dove a turno abbiamo postato nostre foto o ispirazioni sul tema che abbiamo poi ritrovato proiettate o appese nella bellissima Maison Blanche.




il mio prossimo soggiorno
Luca Motta, direttore comparto stampanti di HP Italia, ci ha introdotto il pomeriggio mostrandoci alcuni scatti di esempio che il loro team ha associato a #sembramanonè come la foto di Gliese 581, pianeta scoperto da pochissimo ed in tutto e per tutto simile alla terra.

Due marziane fingono di capirne di astronomia

Loro hanno pensato ai pianeti e alla scienza, io, dimostrando sempre un certo spessore culturale, alle borse e alle caramelle vincendo il contest ed un bellissimo tablet.
Non vincevo nulla dal lontano 1996, anno in cui mi aggiudicai un set di lenzuola e coperte Bassetti.
Ringrazio pertanto HP che avevo bisogno di un minimo riscatto.

Sì sì poi le ho mangiate tutte
C'è stato poi un momento green in cui Bici e Radici ci ha spiegato come è possibile fare un orto sul balcone, cosa sconvolgente per me che riesco a far morire anche le piante grasse.
Bici e Radici una bottega milanese nata da un concept unico che ruota intorno al mondo della bicicletta e alla cultura del verde, le passioni di Stefania e Marco, ideatori del progetto.


La serata si è conclusa con dei cocktail molecolari solidi e uno show cooking di Andrea Vigna.
L'idea di riempire mezza arancia svuotata con un cocktail, centrifuga o succo insieme a della colla di pesce, per poi tagliarla a fette è davvero bellissima.
Un cocktail da mangiare che ho intenzione di rifare con l'aggiunta di Amaretto di Saronno.

mojito molecolare solido
sembra arancia ma in realtà è un cocktail analcolico a base di arancia e zenzero

Andrea Vigna ha interpretato il tema #sembramanonè preparando una pasta alla carbonara utilizzando i risoni e cuocendo la pasta risottandola.
Basta far rosolare il guanciale in pentola, tuffarci poi la pasta e procedere alla cottura aggiungendo liquido piano piano esattamente come un risotto.
La pasta viene poi mantecata fuori dal fuoco con la classica salsa della carbonara: tuorlo, pecorino e pepe.
Il piatto è stato poi finito con una chip di bacon croccante.
Andrea ci ha anche preparato un freschissimo cous cous "orto" di verdure e germorgli con un'ottima salsa verde, una caprese in bicchiere e un dolce non dolce a base di carota.

Marziane in attesa spasmodica di cibo
Il bacon e il guanciale sono il riassunto della felicità

SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.