07 ott 2014

Dieci cose da non fare su Instagram



Volete conquistare il mondo dell'internet?
Desiderate migliaia di followers su Instagram per instagrammare un muffin di cioccolato dell'Unes ed ottenere 10.000 like?
Un buon modo potrebbe essere pubblicare foto delle vostre chiappe, ma può essere anche utile non compiere tali nefandezze social.

1. Selfie con la flebo
Cosa vi passa per la testa? Siete stati picchiati da piccoli? Vi hanno bullato il primo giorno delle superiori praticandovi del nonnismo da Legione Straniera? Volevate essere emo nei primi 2000, ma eravate già troppo vecchi per farlo?
Che problemi avete?



2. #Parlare #tramite #hashtag
Inquinate le vostre foto con tag tipo #oggicosì #mangiato #troppo #dadomanidieta?
Sappiate che, oltre al defollow, mediamente chi vi segue vorrebbe anche ficcarvi la testa nel water.




3. Lo spam selvaggio
Ciao, passa dalla mia pagina do consigli di dieta e fitness.
Ti piace la moda? Ogni giorno sul mio profilo centinaia di consigli!
Passa da me, tanti trucchi e gattini ------------>

Non funziona, anzi tasto segnala in 3...2...




4. Fingere di mangiare di junk food
Abbiamo già trattato tale delicato argomento, le finte mangiatrici di cibo da ciccia e brufoli sono state debitamente sbugiardate, ma nonostante questo continuano imperterrite a crederci delle cretine.
Se siete magre come Kate Moss e mettete foto simili poi i vostri followers inneggeranno giustamente alla jihad.



5. Ammorbare con lo sport
Ti sdrai sul divano alle ore 22.30 che finalmente hai finito di lavorare, apri un pacchetto di biscotti, entri in Instagram e compare l'ultima foto, moralizzatrice e pregna di tuo senso di colpa, di SONIATLEV.
Lei è la regina delle nazi del fitness e dei loro profili pieni di addominali, beveroni e albumi d'uovo.
Non so perché non la abbia ancora sfollowata, forse per lo stesso motivo per cui non riesco a non guardare trasmissioni di malattie.
Sonia è l'estremo dell'ammorbo sportivo, ma anche i vostri continui screenshot di runtastic non scherzano.
Andate a correre? 
Bravi.
Non ce ne frega una mazza.
Alla terza foto in scarpe da running e frasi poetiche... defollow.



6. Usare photoshop
Questo è per le pro, per le già semi dive dei social, per quelle che poi rischiano, quando vengono viste dal vivo, che qualcuno vada su twitter a scrivere "Madonna che cesso di persona".
Come fanno però a sembrare fighe su internet?
Per la vecchia regola dell'uno su mille ce la fa.
Su mille selfie uno buono c'è, poi mille filtri, tagli, ritagli, una mezza frasetta studiata come didascalia e via.
Le più malate usano photoshop.
Un vecchio saggio cinese dice "Attenta, se vai ad un evento dove è pieno di gente poi non puoi photoshopparti le gambe prima di instagrammarle: qualcuno potrebbe aver già messo la stessa foto."
Poi si incappa in quelle che tecnicamente possiamo definire come figure di merda.


MA POI SPOTTED COSA CHE SIETE IN POSA??      photo via le vipere.com




7. Fingere pazze rise e divertimento
Spoiler: i followers se ne accorgono che fingete come una moglie stanca ed annoiata.



8. Voler dimostrare di esser poracci con le foto di bottiglie
Foto di volanti con cerchi Audi in vista, foto di Rolex, Formentera e bottiglie di Belvedere e tag #bomber #bellavita #partyhard  #unavitadibollicine #sisboccia 
Ma bomber cosa?
Un minuto di silenzio.



9.  Citare Paolo Coelho invece di un semplice #tette
Non è necessario, non prendetevi la briga di andare sui siti di aforismi per cercare una didascalia intellettuale per le vostre tette in primo piano.
Siamo nel 2014, potete farlo senza dover occultare la vostra foto sotto mentite spoglie intellettuali.
Se il mondo fosse un posto giusto qui ci sarebbe stato solo un #tette e invece:

"Conservate l’amore per gli slanci, per gli abbracci, i vieni qui da me. Avvolgete le persone che amate. Non risparmiatevi".



10. Postare vomito di gatto facendolo passare per cibo
Sorvoliamo sulla tragedia del cibo fotografato in piatti di carta, ma cosa diavolo mangiate?
Soprattutto perché volete condividere queste sciagure con il mondo?
Come potete cucinare la pasta con la salsa rosa e poi metterci anche il tag #yummy ?
Avada Kedavra.



Alla fine, questo è pane per i nostri denti affamati e finirete tutti con grande perculamento negli Insta Grammi di felicità.


SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.