12 nov 2014

Come avere mobili bellissimi con pochi soldi: Ikea Hackers

Che bello vedere le case della gente. Mi piace tanto osservare in quali spazi si muovono, gli arredi di cui dispongono e che stile scelgono per la loro quotidianità domestica.
La casa è l'ambiente accogliente per eccellenza e sarebbe bello poter rinnovare il look con la stessa frequenza con cui si cambiano le t-shirt.
Allo stesso modo entrare in certe case è agghiacciante: qualcuno si ostina ad andar fiero dello stile etnico, di animali in legno, totem e gusto africano palesemente comprato con pietosa contrattazione al ribasso da Mugambi del mercatino di fine mese e non certo da indimenticabili viaggi in Africa.
E solitamente c'è l'accoppiata vincente etnico + pareti spugnate arancioni.
Vi prego, iscrivetevi a Pinterest e fate qualcosa per salvare l'umanità e gli occhi sanguinanti di Paola Marella.

Purtroppo però mobili e suppellettili varie non hanno lo stesso costo delle t-shirt di Zara (Zara Trf, che costa meno).
Creare da zero, il total fai da te, è da MacGyver, troppo level pro.
Ma ci si può ingegnare con un fai da te ibrido partendo da una base già esistente e notoriamente low cost, i mobili Ikea, e procedere con l'hackeraggio.
Si tratta solo di stimolare la fantasia, aguzzare l'ingegno e comprare poche altre cose utili per procedere a customizzare il mobile prescelto.
























Per altre idee ecco il sito ufficiale IKEA HACKERS


SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.