21 gen 2015

Cosa indossare col maltempo? Il successo dei Sorel boots

Quest'anno mi volevo togliere lo sfizio di un paio di boots nel colore bordeaux, da abbinare al jeans, al grigio, al blu, al cammello e a un mio bel maglionciono per l'appunto bordoooò. Perché il colore è in auge e non me la sentivo di vivere in sottrazione cromatica.
Sorel ha soddisfatto la mia esigenza con i morbidi e caldi Campus. Ho detto belli carini e comodi ma non sapevo che avrei scoperto un mondo di scarponi amati dagli States e oltre.

Si sa che su Pinterest troneggiano le foto di blogger e fashion victim che affrontano la neve con le Louboutin, gonne in tulle e sorrisi smaglianti infami e bugiardi. Perché il freddo lo sentono pure loro, di conseguenza è ovvio che tra poco moriranno per polmonite fulminante, saranno condannate alla sindrome di Raynaud o gli scoppieranno tutti i capillari. Tutto questo dopo 1.300 cuori alle loro board, perché la femmina è utopistica per tradizione e a noi quelle foto piacciono.

Ma ho scovato anche qualche umana che affronta pioggia, pozzanghere di fango e neve con adeguate calzature e ho visto una marea di scarponi della SOREL, featurati pure da Vogue Usa.

In particolare la scarpone-mania è concentrata sui cosidetti duck boots, ovvero quegli scarponi con un inserto in contrasto che hanno suola in gomma e sono costituiti da materiali idrorepellenti, così come i piedi dell'anatra. La muoda si è rapidamente diffusa nei paesi più soggetti al maltempo, tanto che i duck boots nel Regno Unito sono andati subito sold-out.
Un giaccione tartan, una camicia di flanella, un paio di duck boots ed è tutto molto TWIN PEAKS.













SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.