26 gen 2015

Extra Fashion: è tutto un revival...

Chi ha la siderodromofobia non si lamenterà mai di Trenitalia (gli unici) perché ha paura dei viaggi in treno.
Chi soffre di eufobia, la paura di sentire belle notizie, non dovrà mai sapere che Asos sta facendo i saldi al 70%.
Chi soffre di oicofobia ha paura della casa, figuriamoci dell'Imu; c'è persino l'aurofobia, paura che appartiene a qualche pazzo che non potrebbe mai aprire un Compro Oro.

Tra tutte le paure che attanagliano l'umanità ancora non è stata trovata una bella parolina che definisca LA PAURA DELLA MUODA.
Settimana scorsa vi abbiamo già messo sul chi va là in ambito dei nuovi revival e passino sia la bandana che il marsupio.

Ma possiamo davvero accettare che sia tornato anche tutto questo?!
Impariamo dagli errori per un 2015 migliore.

LE SCARPE LUMINOSE: Evidentemente non vi hanno mai comprato le Lelli Kelly, ne subite ancora il trauma e sentite la necessità di rimediare perché non è mai troppo tardi. Bene, ma diteci dove abitate: nel camper di Barbie o condividete l'appartamento con Polly Pocket?!
Allora meglio quelle con sotto la rotella, per sgommare alla Coop davanti alle cozze fresche.



IL MONTONE: il recente Pitti Uomo pullulava di giacche in pelle oversize e overmesse con interno di maschio di pecora. 40 euro al mercatino dell'usato e si sono aggiudicati due scatti di amazing street style. Finisce qui, vero?

 


PERSONAGGERIA FROM THE PAST: t-shirt con il font degli Iron Maiden, Gremlins in moto e Topo Gigio. Topo Gigio, signore e signori: classe 1959. Chi glielo dice a Renzi che questi sono i giovani che guardano al futuro?





MAGLIONI INFORMI OVERSIZE: roba che mettevamo alle medie per nascondere il disagio di non avere tette o il dramma di averne troppe (giusto la Pinella e poche altre). Ora avremmo anche altre soluzioni per accettare il fatto di essere donna. Da Giacomo Urtis in poi.




SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.