08 gen 2015

Shopping selection saldi edition


Dopo avervi rammentato gli assiomi universali da rispettare in tempo di saldi, mi sembra giusto elencarvi i miei oggetti del mero desiderio per questi saldi invernali.
1. Un maglione a collo alto grigio che possa durare più di dieci lavaggi senza produrre dieci chili di pallini o che non debba finire nel congelatore per il primordiale trucco della nonna contro i pelucchi infestanti.
Vorrei evitare di soffocare sul divano per una palla di pelo come un gatto o di dover gettare il maglione dopo due mesi per non essere scambiata per Amy Winehouse nel periodo in cui non si cambiava mai le ballerine.
2. Le francesine con le fibbie laterali. Come diavolo si chiamano? Monk strap loafers? Francesine con le fibbiette? Scarpette che stanno bene solo alle francesi?
Insomma avete capito.
3. Un giuiello con il nodo. Non di Céline però che son povera.
4. Reggiseno di pizzo. Non so cosa me ne farò visto che non sopporto il pizzo, ma avverto nella Forza che devo averlo.
5. Ankle boots a punta. Punta, punta come fosse il 2003.
6. Culottes come se piovesse. I pantaloni del demonio, totalmente anti femminili e di cui mi vergognerò in meno di un mese.
Ne ho già un paio nero auto prodotto - ho tagliato un paio di pantaloni di Asos vecchi e ci ho fatto l'orlo nuovo, roba che l'anno prossimo mi presento alle selezioni di Project Runaway - ma li vorrei anche grigi e fossi figa (cit.) forse pure in pelle.
7. Un cappotto grigio chiaro. Sì, ok pure un pellicciotto fake, ma anche un cappotto grigio chiarissimo. Magari con la cintura a mò di vestaglia da ospedale per l'operazione alla coleciste.
Presente, no?
8. Una cover idiota in saldo. Perché prenderla a prezzo pieno sarebbe troppo pure per me e per vergognarmene dopo due mesi come per il Rabito. 




SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.