17 feb 2015

Cosmesi fai-da-te: ho cucinato una crema idratante con Flower Tales

Spesso mi è capitato di pensare che se avessi potuto fare le cose da sola ne avrei tratto grandi soddisfazioni.
Ad esempio ho sempre sognato di saper cucire bene per farmi vestiti da sola, senza dover impazzire nei camerini di Zara, torcendomi come una biscia, per entrare in un paio di jeans che mi stavano grandi in vita ma piccoli sui polpacci. True story
Altre volte ho pensato che sarebbe stato bello sapermi truccare come le youtuber americane, o per lo meno essere in grado di truccarmi da sola gli occhi in modo uguale senza sembrare un'opera cubista.
Ma niente, sono poi giunta alla conclusione che le linee dell'eyeliner sono come i fiocchi di neve: non ne esiste nessuna uguale ad un'altra.
Però l'altro giorno sono riuscita a prepararmi una crema idratante da sola pur avendo le conoscenze di chimica di un bambino di quarta elementare che non gioca a Sapientino, ma a Giralamoda.
E al primo colpo.
Ho provato una ricetta del sito Flowertales - eshop italiano di cosmetica naturale che vende tutto il necessario per fare a casa svariati prodotti di bellezza - con cui ho fatto due vasetti di crema idratante.
La crema idratante la sto usando da una settimana e mi ci sto trovando molto bene.


Il kit si componeva di: mix emulsionante, tre oli essenziali e atmosfera da lezione di Pozioni di Severus Piton.


Eccovi la ricetta per 60 ml di crema.

3 ml di Olio di Argan
2 ml di Olio di Riso
2 ml di Olio di Rosa Mosqueta
4 gr di mix emulsionante
50 ml di acqua in bottiglia 
(per misurarla ho usato un misurino del ferro da stiro)

Porre sul fuoco a bagnomaria in una ciotolina l’emulsionante, gli oli di riso e argan e l’acqua.
Qui vale la regola aurea del bagnomaria che usiamo per il burro: la ciotola non deve toccare l'acqua e il fuoco deve essere basso.
Dovete girare pazientemente finché non vedrete che si sta formando la crema e il composto si è praticamente interamente sciolto.
Se siete brave a girare la crema, come per una pasticcera, non sarà poi necessario fare altro.
Se invece avete creato più grumi che prodotto, male molto male una volta tolta dal fuoco, datele un colpetto con una frustina e nel mentre aggiungerete i 2 ml di di Rosa Mosqueta.


Questo olio è un po’ delicato, si può inserire anche direttamente sul fuoco insieme agli altri , ma per rovinarlo il meno possibile è consigliato aggiungerlo appena dopo aver tolto la crema dal fuoco.  
Quando è fredda, si deve travasare nei vasetti ed etichettare, insomma in cinque minuti potrete cucinarvi la vostra crema viso con tutti gli ingredienti che vorrete.
Volendo si possono aggiungere altri componenti presenti sul sito come il gel di acido ialuronico puro o gel di Aloe vera.
Qui trovate altre ricette per fare da sé praticamente qualsiasi cosa, cosmetici compresi, cosa che non ho ancora sperimentato ora non esageriamo per non finire come Hermione Granger con la pozione polisucco che si trasformò per sbaglio nel gatto di Millicent Bulstrode.



SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.