13 mar 2015

Prodotti beauty: Lancome Miracle Cushion, Divage e Chanel


1. Sono settimane che sento tutte le blogger, tutte le youtuber e tutte le comari di questa nazione parlare di questo benedetto Miracle Cushion di Lancome e non potevo rimanerne ancora all'oscuro per molto.
Non potevo lasciare sullo scaffale di Sephora un fondotinta che si chiama "Miracle Cushion" dopo averne letto mirabolanti recensioni in tutte le nazioni civili di questa Terra.
Miracle Cushion sembra un fondotinta compatto ma non lo è, nasconde infatti un ‘cuscino’ di fondotinta liquido che si applica con una pratica spugnetta lavabile.
Non è un fondotinta compatto cremoso da borsetta, ma proprio un fondotinta liquido prêt-à- 
porter.
Sono onesta: a vedere questo cuscino miracoloso sembra di guardare le spugne per i francobolli che c'erano negli uffici postali una volta, ma in realtà è un praticissimo dosatore ermetico che crea anche un effetto rinfrescante e di micro lifting all'applicazione.
La commessa che me l'ha fatto provare mi ha spiegato che, per motivi tecnici e pertanto di chiara stregoneria per la sottoscritta, ogni qualvolta andrete a stendere  il fondotinta la temperatura della pelle del viso scenderà di circa due gradi.
Grazie a questo applicatore è possibile modulare la copertura premendo di più sul cuscino di fondotinta liquido: un tocco corrisponde alla coprenza molto leggera, due tocchi ad una coprenza da bb cream e tre tocchi ad un vero e proprio fondotinta.
Manco a dirlo, il packaging è molto bello.

2. Chanel è uscito con dei nuovi rossetti tra cui Roussy n. 426 che sembra essere un ottimo rosa corallo scuro e, dalle recensioni inglesi che ho letto, dura fino a 5 ore sulle labbra.

3. Gli illuminanti mi creano sempre problemi: odio i finish shimmer e se troppo sparati mi fanno un effetto Cullen sotto il sole che giustamente mi turba.
Invece Shiseido wt905 luminizing satin face color - non sembra un nome, ma una maledizione senza perdono, lo so -  è fantastico: totalmente bianco, setoso, cremoso e con un fantastico effetto illuminante senza stupidi brillantini vaganti.

4. Dei blush invece odio l'eccessiva pigmentazione, odio quando con un piccolo colpetto di pennello mi trasformo in una paffuta Heidi del Canton Ticino che ha bevuto tre bicchieri di vino.
Odio ancora di più quando, per togliere quelle gote rosse, devo lavarmi la faccia con la varechina per tornare ad un colorito umano.
Apprezzo invece i blush polverosi, con una scrivenza media che posso modulare e sfumare senza incappare in una crisi di nervi.
Trai miei preferiti registro: Coralista di Benefit, quello di Wjcon di cui vi ho già parlato e questo di Divage che è un bellissimo color rosa antico scuro molto polveroso.
Per chi non lo sapesse Divage è un brand internazionale di make-up e profumi low cost che è molto diffuso in Nord ed Est Europa ed ora è disponibile anche in Italia.

5. Sui mascara si potrebbe scrivere un post chilometrico e probabilmente lo farò.
Sento che bisogna far luce sull'argomento e risolvere oscuri misteri come l'impossibilità di mettere il mascara a bocca chiusa.
Per ora vi dico che per me i mascara migliori restano sempre quelli di Lancome.
Ogni tanto li interscambio con altri mascara che compro incuriosita dalle varie recensioni che leggo su internet.
Questo mese, in ritardo anni luce sulle Youtuber e blogger del settore,  ho provato finalmente il famoso Miss Manga di L'Oreal, mascara che promette di ricreare un effetto bambola/manga da cartone animato.
Posso dirvi che le ciglia risultano decisamente allungate ed è molto performante anche sulle ciglia inferiori, ma di volume non ne ho notato molto.
L'effetto che crea però è a "ciuffetti", cosa che non mi piace per niente, infatti le ciglia vengono come raggruppate e credo sia proprio quello l'effetto Manga, maddai infatti quando mi sono poi struccata ho notato che il mascara si staccava come dalle ciglia a pezzettini.
Morale: non è un mascara che va bene per le mie ciglia e non è l'effetto che cerco in un mascara, me lo potevo pure immaginare che non mi sarebbe piaciuto visto che ho sempre odiato quelle bamboline kawaii, ma probabilmente quel giorno sono entrata in profumeria in premestruo.

SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.