04 mag 2015

Minestra di primavera: vellutata con asparagi, piselli e ricotta


Tra le cose che preferisco dell'inverno, oltre al freddo e alla mancanza di insetti, ci sono le minestre calde e le vellutate che sono un vero e proprio genere di conforto.
Con l'arrivo dei primi caldi mangiare minestra di cavolo, di orzo o di zucca può diventare un po' impegnativo, ma la primavera può offrire una miriade di varianti per preparare delle ottime e gustose vellutate.
Vi stupirete, ma questa è anche, tutto sommato, una ricetta light.
Prendete gli asparagi, togliete la parte più dura e legnosa, e passate il gambo che avete lasciato con un pela patate il gambo per pulirlo dalla parte esterna più dura.
Tagliate gli asparagi a pezzettini piccoli, una patata a dadini e affettate un cipollotto.
In una casseruola fate rosolare il cipollotto fresco con un giro di olio evo e aggiungete quindi gli asparagi tagliati e i piselli in proporzioni di 50-50.
I piselli usateli freschi o surgelati, evitate i piselli in scatola perché sono davvero pessimi.
Unite quindi la patata, un mazzetto di aromi freschi - quello che il vostro giardino o balcone vi può offrire, io ho usato del timo - salate pepate e coprite con dell'acqua fredda.
Quando le verdure sono cotte dovete passate la crema con un frullatore ad immersione, potete conservare delle punte di asparagi come guarnizione, la crema va servita con una cucchiaio di ricotta fresca e un giro di pepe.
Come guarnizione ci stanno anche bene: germogli freschi come quelli di porro, semi di zucca tostati e se volete un effetto molto Pinterest anche dei fiori edibili.



SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.