01 giu 2015

Extra Fashion: ma come cammini?!

La corretta deambulazione durante le settimane della moda, ma anche durante tutto il resto dell'anno, è un fattore importante per la salute dei nostri arti che si riflette sul benessere della nostra schiena e ci fa evitare figure di merda.
Se dico merda senza censure è perché ormai anche la Rai avalla la parolaccia in prima serata e perché sostanzialmente Vittorio Sgarbi è il mio maestro di vita.
Ma torniamo alla problematica di chi non sa affrontare una strada e mostra evidenti di disagio.

Queste scarpe sarebbero utilissime per catturare tutti i sassolini lasciati da Pollicino.
Forse è proprio quello che sta facendo lei con tanta concentrazione e prossimo mal di schiena.


Neverending Story Ciabattazzi: calli in vista e deambulazione disagiata.
Forse è meglio stare a casa a vedere i Re della Griglia.


Lui le sta stritolando la mano per come si è vestita e per come cacchio cammina.
Lei non se lo merita (lui).


A volte nella vita si è alla ricerca di sensazioni estreme: c'è chi fa bungee jumping, chi pratica zorbing, chi si cimenta nel torrentismo e chi tenta una lussazione dell'anca.


Susie Bubble proprio non ce la fa: come un vero killer seriale potrei sfoggiare un'intera parete tappezzata di foto con le sue corse affannate, la sua passeggiata gobba, il suo incedere storto.
Matrimonio combinato con un ortopedico subito.


Non ho mai capito quelle che camminano con la pubalgia prominente: glielo diciamo che al Conad è ingresso libero e non devono superare la prova del limbo con l'asta?!


E poi c'è il filone sperimentale, quella che per esempio le strisce
le attraversa camminando di lato.

SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.