01 lug 2015

Cose che ho comprato e cose che nessun altro vi direbbe


Devo essere sincera: a volte compro cose solo perché mi piacciono noncurante dei chiari segnali di cattivo presagio che il mio corpo mi manda nel momento in cui le provo.
Tipo quelle maledette ballerine a punta glitterate di Zara, era chiaro e lampante che fossero delle tagliole per volpi argentee posizionate nella steppa russa da un cattivo villan albino.
Eppure le ho prese lo stesso e, per una strana forma di masochismo che è meglio non indagare, le uso pure.
In verità sono molto carine, non fanno nemmeno venire bolle o piaghe bibliche, ma sono dure come l'adamantio e dopo cinquanta minuti in cui ci cammino i piedi iniziano a gonfiarsi e io attendo la meritata morte per trombosi quale pena per la mia immensa idiozia.
Però sono davvero carine, soprattutto con una gonna rosa cipria in raso, per cui vale la pena soffrire.
Le famigerate wannabe Aquazzura ma non c'ho soldi di Parfois sono invece comode e morbide, sono solo da evitare con il caldo estremo perché il rischio Salame Levoni è davvero dietro l'angolo.
Siete tutte disperate perché dopo il nostro post sono andate sold out in tutta la Galassia.
Non dovrebbero quindi quelli di Parfois ricoprici di onori e vestiti gratis?
Probabile, invece non ci cagano.
Comunque vi do una buona notizia: nel mio delirio ommioddiodevoaverle ne ho comprate due paia di due numeri diversi per la paura che non mi andassero.
Pertanto è altamente probabile che metta su Depop un numero 38 nuovo di pacca, perciò state tunnate.
I sandaletti rosa cipria di Zara invece sono morbidi, comodi, non fanno venire le stigmate ai talloni e, non so nemmeno io come, sono riuscita ad imbroccare il numero giusto al primo tentativo.
Non mi pare vero.

I tatuaggini di Tattly sono troppo fighi, durano giorni e tutti ve li scambieranno per veri.
Io non ho avuto nessun problema con la spedizione che in 10 giorni era comodamente a casa mia, nemmeno menate di dogana o simili.
Ho tenuto questo Be Happy per quasi una settimana, alla fine l'ho dovuto scrubbare per levarlo totalmente che non volevo che la gente pensasse che non mi lavassi.
Ora medito di comprarmi quello con la fetta di pizza old school e la scritta SLICES OF LIFE che mi pare appropriato alla mia persona.
Le Rockstud Noir di Valentino vi fanno capire che ho un serio problema con le scarpe basse, a punta e con i laccetti che forse dovremmo chiamare nevrosi.
Per la cronaca: queste scarpe portate in inverno con le calze nere sono comode e posso tenerle per ore, in estate, se mi suda un attimo il piede, invoco l'amputazione degli arti dopo circa quaranta minuti piangendo sangue e urlando come Rocky Balboa dopo il 55723901 cazzotto di Ivan Drago.
Prima di metterle in estate devo pertanto essere certa di: uscire dopo il tramonto, restare a Luino dove le temperature sono umanamente sopportabili e accendere un cero a qualche divinità pagana del buon gusto.



Dopo tanto tempo che ne parlavo, finalmente ho tra le mie mani Blanche di Byredo.
Francamente credo non esista profumo più buono in tutta la Via Lattea, sa di pulito, di fresco, di fiori, di una mattina di sole, lenzuola pulite e fiori bianchi.
Sembra la pubblicità del Dash lo so, ma ne sono davvero entusiasta.


Ho scoperto Wjcon maddai e, a parte non sapere esattamente come si legga questo nome, ho comprato online una serie di smalti e una cipria.
Avevo visto su Instagram questo color ciclamino e non ho resistito.
Il colore è bellissimo e, malgrado la qualità non sembri proprio il massimo, con il top coat di Dior mi è durato giorni.
Lo smalto glitterato invece è per i momenti di sobrietà.


Ho solo tagliato la foto con Photoshop e sono riuscita a far comparire questa riga bianca che ora non so togliere. 

SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.