21 lug 2015

La mia wishlist su Hidden Forest Market

Sto cominciando a convenire che mi sarei meritata un'esistenza più simile a quella di Andrea Bocelli: la lirica la canto già, i milioni però non li ho fatti e il pastore tedesco non mi serve.
Miope lo sono, ma a quanto pare non abbastanza poiché il dono della vista mi sta portando nel girone infernale numero quattro o numero sette: ho passato qualche minuto a riflettere su wikipedia su quale si addicesse di più tra gli avari del quarto cerchio, oppressi dalla quantità dei beni terreni che accumularono o sperperarono durante la vita e gli scialacquatori del settimo cerchio, coloro che in vita distrussero e dilaniarono le loro sostanze e che non solo non ebbero misura nel gestire il proprio patrimonio, ma per giunta infierirono su di esso, distruggendo sé stessi attraverso le proprie sostanze.
Voi che dite, girone 4 o 7?
Ma soprattutto, dopo quest'atmosfera dantesca, avete ancora voglia di fare shopping?
Se la risposta è sì, ovviamente vi stringo la mano con stima e sprezzante del peccato vengo a mostrarvi la mia lista dei desideri sul sito veronese Hidden Forest Market.

Per avere il sedere tra le nuvole e non solo la testa.


Piangendo lacrime amare sulla crudeltà di un un SOLD OUT.
Questa camicia è amazing.


Un classico della raffinatezza.


Giusto per variare, per seguire il trend del ponte di metallo e per amare il tartarugato
che è parente stretto del maculato.


Perché desiderare una sagoma in legno di un uomo colorato
e talmente sfaccendato da non avere neanche le mani?
Perché lavoro meglio se al mio fianco ci sono degli assistenti fantocci
e per ora ho solo il gorilla Pow.

Sapone liquido biologico di Castiglia:
chiaramente è tutta colpa del packaging e poi per cambiare meta rispetto alla solita Marsiglia.


Questi calzini fanno troppo Vita su Marte.


Una felpa oversize da indossare a casa davanti alla tv.
E sinceramente nella mia ambientazione c'è anche il camino, una tazza di Lov Organic,
i biscotti speziati e, non lontano, l'albero addobbato.
Praticamente #ilclubdelnataleasettembre, ovvero coloro che pensano al Natale tutto l'anno.
SOPRATTUTTO PER I REGALI E IL CIBO.

SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.