04 ago 2015

Faccio outing e vi racconto come guido bene: volete un passaggio?

Insomma non si può avere tutto dalla vita e il dono di capire distanze, proporzioni e gestire la visione del mondo riflesso negli specchietti retrovisori non è così scontata.
In questi casi comunque mi piace ricordare che Albert Einstein non aveva la patente.
E nemmeno Enrico Mentana, Anna Tatangelo, il batterista dei Rolling Stones, Nino Frassica e parrebbe anche MARIA DE FILIPPI. Quindy.


COME QUELLA VOLTA CHE...
per sistemarmi i capelli stavo sbandando contro un muro.

COME QUELLA VOLTA CHE...
un camion ha inchiodato perché io sono uscita dalla galleria forse un po' troppo centrale.

COME QUELLA VOLTA CHE...
mi suonavano i clacson nel parcheggio del supermercato, io pensavo fossero amici e parenti che mi volevano salutare e invece erano sconosciuti che mi segnalavano il contromano.

COME QUELLA VOLTA CHE...
la mia amica ha tirato fuori dal portafoglio il santino di Padre Pio.

COME QUELLA VOLTA CHE...
ho frantumato la cornice della fotocellula del cancello in una retromarcia troppo di sinistra.

COME QUELLA VOLTA CHE...son passata così radente la pianta che ho profumato l'auto e sparso petali per tutta la via.

COME QUELLA VOLTA CHE...
no, ma non credo di essere stata io se non c'è il segno colorato... C'è.

COME QUELLA VOLTA CHE...
se non ci sono i cocci a terra è roba vecchia e non posso essere stata io! Ci sono i cocci a terra.

COME QUELLA VOLTA CHE...
ho ignorato una deviazione per lavori in corso, per paura di percorrere una strada sconosciuta.

COME QUELLA VOLTA CHE...
il mio paraurti anteriore si è agganciato al parafango di un'auto parcheggiata e si è creato il pubblico.

COME QUELLA VOLTA CHE...ho potato il rosmarino con la portiera.

COME QUELLA VOLTA CHE...
ho distrutto un auto con un testacoda in discesa con doppio schianto sui muretti.

SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.