14 set 2015

Mica pizza e fichi


Lo so, mancano ancora diversi giorni prima dell'inizio ufficiale dell'autunno, ma ormai le temperature, l'inizio della scuola e dei programmi tv non lasciano alcun dubbio:  finalmente ci siamo lasciati il caldo, le zanzare e l'estate alle spalle.
Grande festa nel Regno!
Ora inizia il periodo più bello perché ci aspettano le castagne arrosto, la polenta e funghi, le foglie che cadono, la zucca e poi l'avvento.
Prima di tutto questo ci sono anche loro: i fichi.
Coi fichi si possono fare un numero infinito di ricette dolci e salate, ma la mia preferita è la pizza e fichi con la crescenza di capra e il miele che mangio, per star leggera, col culatello.

Occorre:

Per la pasta

150 gr di farina 00
100 gr di farina di manitoba
4 cucchiai di olio evo
Acqua circa 200 grammi
Lievito instantaneo
Sale qb
Un pizzico di zucchero


Per la farcitura:

Fichi maturi settembrini
Crescenza di capra fresca
Miele millefiori
Olio evo
Rosmarino e timo
Sale

Culatello per gradire

Per la base dovete procedere come fareste normalmente per una focaccia: o andate dal panettiere e comprate la pasta pronta o impastate.
Ammetto, cospargendomi il capo di cenere, che il mio lievito madre è morto e defunto dopo aver panificato una sola volta, quindi ora ricorro al comune lievito secco oppure, quando voglio scegliere la vita, uso anche quello istantaneo.
Verrò fulminata dalle stelle del food blogging e della panificazione, ma a volte davvero non ho né tempo né voglia di aspettare 4 ore perché ho fame.
Usando il lievito istantaneo potrete farcire ed infornare subito la vostra pizza, le dosi che di norma uso io le trovate qui sopra.
Tenete conto di aggiungere sempre l'acqua un pochino alla volta verificando sempre l'elasticità dell'impasto.
Per questa "pizza" poi procede spennellandola di olio, mettendo le fettine di fichi freschi, la crescenza di capra, un pizzico di sale e inforno a 180 gradi per circa venti minuti.
Intanto preparo una mistura di miele caldo, olio e erbe aromatiche con con cui spennello la pizza una volta cotta.
A me piace mangiarla con il culatello.


SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.