03 set 2015

Ricetta della torta Sacher + ansia da prestazione

Sapete quando tutti ti chiedono a gran voce una ricetta e la invocano con cori da stadio e ossessivi motivetti tipo quello simpa del grissino tentatore?!
Ecco, è andata così per la torta Sacher messa in tavola in una sera di mezza estate dopo la pizza da asporto, un abbinamento Napoli-Vienna di tutto rispetto e di molto gusto.
Come per tutte le ricette, mi sono approcciata con le dovute attenzioni del caso ma, essendo stata esplicitamente richiesta, poteva forse non palesarsi l'ansia da prestazione? Quindi ho commesso un errore, che a ben vedere non è dovuto all'ansia, ma più alla iella che onestamente chiamerei ingenuità da idiota.
Partiamo dal fatto che non sono mai stata a Vienna e che quindi tutte le torte Sacher che posso aver mangiato in vita mia sono imitazioni e già questo è un alibi. Poi, mi son fidata di un consiglio sbagliato per mantenere morbida la ricopertura di cioccolato (ovvero diluirlo con acqua, che idiota, che idiota, che idiota!) ed è qui che ho toppato, il cioccolato si è indurito troppo: per il resto era perfetta, con l'interno morbido e soffice, cioccolatosa, marmellatosa e goduriosa, tant'è che non sono riuscita a fare nemmeno una foto di una fetta (razzia di fette tipo Liana della Polident), questo per confermare lo spazzolamento selvaggio da parte dei commensali, tranne padreh, forse unico essere vivente al mondo a cui non piace la Sacher.
Quindi ecco la ricetta, il perfezionamento per la ricopertura (ho telefonato a Ernst Knam) e un paio di foto fatte al volo col telefono prima dello scofanamento.


TORTA SACHER

150g di farina 00 (oppure farina con lievito se la volete alta e vi piace vincere facile)
130g di burro a temperatura ambiente
130g di zucchero semolato
100g di zucchero a velo
100g di cioccolato fondente
250g di confettura di albicocche
6 uova

per la copertura:
250g di cioccolato fondente
250g di panna

Sciogliere a bagnomaria o nel microonde 100g di cioccolato.
Separare i tuorli dagli albumi mettendoli in due ciotole diverse; montare i tuorli con lo zucchero fino a quando il composto diventerà giallo più chiaro, a quel punto aggiungere il burro a temperatura ambiente e continuare a montare per amalgamare bene il tutto, poi aggiungere lo zucchero a velo e infine la farina setacciata. Infine incorporare il cioccolato sciolto e terminare di amalgamare bene.
Montare a neve ben ferma gli albumi e unire i due composti con le fruste alla velocità minima per evitare che gli albumi si smontino.
Versare in una tortiera (imburrata e infarinata, o rivestita di carta forno o in silicone) di circa 23cm di diametro, livellare bene la superficie con il dorso di un cucchiaio inumidito con acqua e infornare a 180° scarsi per 45 minuti.
Una volta spento il forno lasciare la torta nella tortiera per 10 minuti, poi estrarla e farla raffreddare completamente su una gratella. Poi tagliare a metà la torta per ottenere due dischi, spalmare la parte superiore del disco con uno strato consistente di marmellata, richiudere la torta e spalmare di marmellata anche i bordi e la superficie.
Ora è il momento della ganache di cioccolato (facilissima): tagliare a pezzetti piccoli il cioccolato fondente (250g), scaldare la panna in un pentolino portandola a sfiorare l'ebollizione, togliere dal fuoco e versarvi il cioccolato sminuzzato. Amalgamare bene, mescolando ripetutamente fino a ottenere una consistenza cremosa.
Ricoprire la torta con la ganache di cioccolato e poi riporre in frigo a raffreddare (almeno 20 minuti prima di servire).


Facendo la giusta ganache, la ricopertura non verrà cazzuolata come questa
ma sarà una colata tutta uniforme e perfetta alla quale dopo qualche minuto
di raffreddamento si può aggiungere la tradizionale scritta Sacher


Non è affatto difficile da fare, ma comunque vi verrà gli ingredienti sono così buoni che sarà finita molto velocemente... Invitatemy!!!

SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.