16 set 2015

Test Marziano: stai seguendo troppe Fashion Bloggers se...

Da quando pare che pure la bidella scascia dell'istituto tecnico commerciale si sia aperta un fashion-beauty-blog ho ripercorso tutti gli attimi della mia vita attraversati dal fenomeno gente che ogni giorno fa vedere a tutti come si veste alla moda. Non sarà questo il momento e il luogo per l'esegesi del fenomeno, ormai consolidato nei nostri interessi e nei nostri passatempi quotidiani a vantaggio del nostro portafoglio (è tutto gratis) e del nostro umore (un total look Desigual ci fa iniziare la giornata con più grinta e autostima) e a detrimento delle povere riviste modaiole di media fascia che ormai insieme alle caprette ci stanno facendo ciao.


Ma è bene capire cos'è cambiato nelle nostre vite - almeno nelle vite di coloro che ne hanno avuta una prima del 1990 - e soprattutto tenere sotto controllo la tacca del disagio, quella che si raggiunge quando si verificano almeno cinque di queste cose.

✖ Quando guardi le foto ricordo delle tue vacanze ti viene in mente prima il brand del bikini e poi in che posto del mondo ti trovavi.

Fino alle 11 il tuo Instagram è invaso di cappuccini decorati, possibilmente poggiati su ripiani di marmo bianco venato di grigio, e ai quali accanto possono comparire random: agende, chiavi dell'auto, fiori, occhiali da sole, cornetti integrali, borse da millemila.


✖ Almeno una volta negli ultimi due mesi hai pensato che potresti:
    A. fare i soldi come correttrice di bozze di Zagu
    B. aprire un negozio di fiori con il packaging di carta molto più Pinterest dei cellophane
    C. andare a rubare a casa di Blair di Atlantic Pacific

✖ Hai litigato col tuo fidanzato-compagno-marito perché non vuol mai fare una foto pucci-pucci, per mostrare al mondo quanto vi amate comenessunomai.

Valentina Ferragni


Chiara Nasti

✖ Ritieni che gli attraversamenti pedonali e i binari del tram siano meno pericolosi di quanto la gente comune pensi.


Hai pimpato la tua scrivania con torri di macaron colorati al posto dei vecchi cestini in paglia pieni di Kinder Merendero.


✖ Hai picchiato i tuoi compaesani per farli uscire dalla piscina comunale per postare su Instagram una foto in solitaria a bordo di un fenicottero gonfiabile rosa coi tag #relax #home #ilsilenzioèazzurro #soloioete (il fenicottero).

(lo so che questo non è un fenicottero)

✖ Hai cominciato ad addobbare il tuo animale coi tuoi colori Pantone preferiti.

Il gatto di Laura Comolli

✖ Pensi che dovresti metterti i tacchi anche quando sei a casa in malattia.

Irene Colzi

✖ Nel tuo 2015 c'è almeno una foto con un po' di flora in testa.

Arianna Calvitti

✖ Alla parola wurstel pensi prima a questo che al cibo:

Erika Boldrin

✖ Hai rivalutato le piastrelle merdose di tua nonna perché c'hai questa cosa coi pavimenti.

#ihavethisthingwithfloors

✖ Ti sei iniziata all'uso di sostanze dopo aver visto questo:

Veronica Ferraro e consorte modello Pax con ante Birkenland


SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.