12 nov 2015

Mini Madelaine mandorle e liquirizia

Ormai è noto anche ai sassi che uno dei luoghi di perdizione dai quali non si riesce a uscire indenni e privi di un sacchetto è Tiger. Avrei voluto dire Valentino, ma il mio portafoglio è un filino più sgonfio di quello della Signora Nutella, Maria Franca Fissolo in Ferrero, entrata nella classifica di Forbes delle donne più ricche al mondo con un patrimonio di oltre 23 miliardi di dollari. Andrà anche lei da Tiger?
Oltre all'oggettistica inutile ma vitale, eletta prodotto dell'anno più instagrammabile, da Tiger c'è anche una dubbia sezione spezie, aromi e polverine magiche. Adesso ditemi che nessuno di voi si è avventurato nell'acquisto di una busta saporita. Ebbene, io ho dato anche con la polvere di liquirizia che, dopo aver subito un ingiusto abbandono di qualche mese nella dispensa di casa (me ne ero dimenticata, ah gli acquisti compulsivi!), è stata riesumata con entusiasmo soprattutto per la data di scadenza ancora lontana. Evvai è commestibile, che ci faccio?


MINI MADELAINE MANDORLE E LIQUIRIZA

150g di farina per dolci con lievito
160g di zucchero
110g di burro + altro eventuale per imburrare gli stampi
100 g di granella di mandorle
3 uova
2 cucchiai di polvere di liquirizia

Mettere le uova e lo zucchero in una ciotola capiente e lavorare con la frusta elettrica per un paio di minuti. Poi incorporare la polvere di liquirizia setacciata con un colino (per evitare che ci siano dei grumi) e amalgamare bene con le fruste alla velocità minima. Aggiungere le mandorle e la farina poco per volta, infine il burro fuso e ottenere un composto omogeneo.
Coprire la ciotola e far riposare in frigorifero per mezz'ora.
Estrarre dal frigo e suddividere il composto negli stampi per madelaine (imburrati e infarinati se avete quelli tradizionali, oppure anche no se avete quelli in silicone).
Cuocere in forno a 180 gradi per 10-12 minuti o fino a che i dolcetti saranno leggermente dorati.





SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.