26 gen 2016

Come gestiamo le occhiaie di Leandra?

Ovvero, l'occasione per parlare della piaga delle occhiaie e delle borse sotto agli occhi.
Nessuno escluso, tutti hanno provato il brivido del momento wwf occhi da panda specie protetta e del momento hangover in cui si è pervasi da strani rigonfiamenti in parti del corpo che non sapevamo nemmeno potessero subire tali mutamenti genetici. tristesse


Non immaginate quante volte nel mio tempo libero, tra un H&M e uno Zara, sia nervosamente entrata in un beauty negozio tipo Kiko o Sephora, chiedendo di fare qualcosa per le occhiaie e le borse sotto agli occhi e volendo sapere quale gradazione di colore si addicesse alla mia patologia: le commesse solitamente mi guardano perplesse, per poi consultarsi tra di loro, per poi dirmi che non c'è un problema evidente, che secondo loro è sufficiente un po' di fondotinta, magari un buon contorno occhi prima di andare a dormire... suscitando a fasi alternate le mie pacate reazioni:
☆ la più isterica con un po' di Pretty Woman: ma come, ma non le vedete?! Siete delle incompetenti! Non lavorate a provvigioni, vero? Grosso sbaglio!
☆ quella di delusione feat. sdegno by Il diavolo veste Prada: avevo una speranza, mio Dio, io vivo di speranze. Comunque alla fine mi hai deluso più tu di... di tutte le altre ragazze galline.
Sono ossessionata dalle ombre e dai rigonfiamenti anomali tanto che sto mettendo a punto dei rimedi alternativi tipo impacchi con la coca cola, zenzero a julienne, riso basmati cotto al vapore con pisellini, uova e gamberetti. Tutto sugli occhi. Ma se non vado oltre è solo perché porto le lenti a contatto. Un alibi buono per tutto: dai tuffi dagli scogli, ai pianti improvvisi davanti alla tv (piango anche con Masterchef, ma lì dico che è la cipolla), alla cellulite.
Ah, hai la cellulite? Eh, sì ma porto le lenti a contatto.

Leandra Medine, blogger newyorkese in carriera nota per il libro Man Repeller, è un tipo interessante: quando non eccede con gli outfits multistrato si veste anche bene, quando sorride mostrando i denti la trovo anche spontanea e bella, ma è un fatto che - nonostante la classe 1988, young people strong people - accusi assai la vita spericolata da blogger di successo. E la borsa gemellare sotto gli occhi si fa presente. Tanto che in un articolo dell'Huffington Post le hanno photoshoppato la questione. Poi si è sposata e al matry tutto era ben camuffato e la truccatrice adesso immagino che viva di rendita alle Cayman.
Oh dolce e grintosa Leandra, tu sei forte, te ne freghi, indossi gli occhiali da sole o i grandi cappelli ma, come dirtelo? La sfattanza è un disagio. Soffrine anche tu consapevolmente insieme a noi umani.

Io guardo questa foto e TVB

Party hard borse hard

A tutto c'è rimedio direbbe Jacopo Ortis Giacomo Urtis

La settimana della moda è una prova di coraggio

Il rosa ti dona perché sbiadisce il problema

Ti hanno photoshoppato il problema, ma quello che conta è la vita very

Occhiali da occhiaia sole best accessorio ever

Anche il cappello a falda larga e ombreggiante camuffa lo sguardo wwf

Tu che hai fatto i soldi potresti anche permetterti l'Orchidée Impériale di Guerlain:
170 euro per 15ml

Vedi che sei vuoi ce la puoi farcela anche tu

Al matry era tutto rego

L'amore cancella ogni difetto 
(happy ending)



SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.