14 gen 2016

Vellutata di zucca e porcini con crema di formaggio al rosmarino

Rossana ha segnalato sulla fanpage marziana che pubblico minestre su Instagram facendo finta di mangiare light. Ha ragione. Cucino cose a base di verdure e con pochi grassi per bilanciare il karma delle merende senza fine a base di cioccolato, panettone, biscotti, cioccolato, panettone e biscotti. dieta bilanciata
E lunedì ho fatto la zuppa di zucca. Mentre attendevo i tempi di cottura ho cominciato a ripetere zuppa di zucca per più di cinque volte, è una formula alienante tipo li vuoi quei kiwi che potrei usare come sfida prima della merenda: dieci volte senza errori e apro la porta magica alla triade cioccolato, panettone, biscotti, altrimenti no. Ho detto potrei.



Poi ho cominciato a chiedermi se fosse davvero una zuppa piuttosto che una vellutata, sentendomi addosso lo sguardo di sdegno di Carlo Cracco che con voce mononota mi diceva di chiamare le cose col proprio nome per poi urlare muoviti!, allora ho googlato e ho imparato che:
➜ ZUPPA: primo piatto di verdura dall'aspetto denso e corposo senza riso, né pasta ma con l'eventuale accompagnamento del pane
➜ MINESTRA: primo piatto di verdura dall'aspetto più brodoso con la presenza di riso, pasta o altri cereali tipo orzo, farro, ecc.
➜ MINESTRONE: primo piatto di verdura con la presenza di patate e legumi, in Italia diffuso nella versione tricolore con verdure di colore verde, rosso e giallo e completo di pasta
➜ PASSATO: minestra di verdure frullata
➜ VELLUTATA: primo piatto a base di due massimo tre tipi di verdure frullate e legate con panna da cucina, uovo o latte
L'ho scritto per cercare di chiarirmi le idee ma rimango sempre un po' confusa quindi se volete approfondire leggete qui.
Rinomino la zuppa in vellutata anche se non ci ho messo la panna per questioni di karma e capirete che la ricetta è molto più semplice delle disquisizioni di cui sopra.

VELLUTATA DI ZUCCA E PORCINI CON CREMA DI FORMAGGIO AL ROSMARINO

500g di zucca già pulita e tagliata a pezzetti
1 patata grande (o 2 medie)
10g di funghi porcini secchi
1 cipolla
50g di parmigiano reggiano
120g di formaggio morbido (ricotta, caprino o spalmabile)
1 rametto di rosmarino (o erba cipollina come variante)
acqua calda o brodo
aglio in polvere
olio, sale, pepe

Mettere in ammollo i funghi porcini secchi in acqua tiepida per circa 15 minuti.
Prendere una casseruola, versare un giro di olio e far soffriggere la cipolla tagliata a pezzettini, per non farla bruciare aggiungere poca acqua calda dopo un po'.
Aggiungere anche la zucca e la patata tagliata a dadi, versare l'acqua calda o il brodo fino a coprire le verdure e cuocere fino a quando la zucca e le patate non saranno morbide. (Pentola semicoperta a fuoco medio). Verso metà cottura aggiungere i porcini ammollati.
Togliere dal fuoco e azionare il frullatore a immersione, aggiungere l'aglio in polvere e il parmigiano e frullare ancora. Assaggiare e regolare di sale.
Lavorare il formaggio morbido prescelto con un cucchiaio per renderlo cremoso, aggiungere il rosmarino tagliato a pezzettini piccoli (con le forbici è più comodo), lavorare ancora per mischiare bene il tutto e poi formare delle quenelle (tutorial) da adagiare al centro della vellutata di zucca e funghi. Un giro d'olio, una spolverata di pepe e il piatto light è servito.
Quindi poi ammazzatevi col dolce.


SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.