11 feb 2016

Polpette di spinaci con pecorino e speck

Ci sono serate in cui le mie cene si risolvono sul divano mentre cerco di indovinare la parola della Ghigliottina o misuro il livello di tamarranza da 99 a 100 dei protagonisti di Take Me Out.
Cosa mangiare sul divano senza rischiare di piangerci sopra con lo smacchiatore come una casalinga sull'orlo di una crisi di nervi? Di certo niente spaghetti con pummarola 'ncoppa.
Polpetta party is the solution.
Ho sperimentato queste polpette di spinaci da preparare in anticipo, scaldare poco prima del divanismo, mangiare anche con le mani nei momenti patriziato romano Homer Simpson, con la gioia del piatto unico che lascia lo spazio per il dolce.
Nota bene: per il capitolo lessare gli spinaci, la mia vita è svoltata con le buste di verdura fresca da cuocere al microonde. Grazie Coop.




POLPETTE DI SPINACI CON PECORINO E SPECK

800g di spinaci
4 uova
50g di burro
80g di farina
200ml di latte
140g di pecorino
80g di speck
pangrattato
olio evo
sale, pepe, noce moscata, aglio in polvere

Lessare gli spinaci, farli raffreddare e strizzarli bene. Far rassodare le uova (10 minuti dal bollore), farle intiepidire e sgusciarle. Tritare grossolanamente gli spinaci e le uova sode, aggiungere 100g di pecorino grattugiato a fori larghi, l'aglio in polvere e tenere da parte.
In una piccola casseruola antiaderente sciogliere il burro, aggiungere la farina, mescolare bene e fare tostare, togliere dal fuoco e aggiungere il latte tiepido, mescolare bene e rimettere sul fuoco per fare restingere il tutto (il composto si staccherà dalla pentola quando è sodo e pronto), poi aggiungere noce moscata a piacere e sale. Incorporare al composto di spinaci, mescolare bene, assaggiare e regolare di sale.
Formare delle polpette un po' schiacciate, passarle nel pangrattato e cuocerle.
- Versione più appetitosa ed estetica: in padella con un po' di olio, poi scolarle su carta assorbente.
- Versione più leggera: in forno a 180° per mezz'ora dopo averle spennellate con un po' di olio.
Quando le polpette sono pronte distribuirci sopra lo speck (dadini, listarelle o pezzetti di fette sottili) e i restanti 50g di pecorino grattugiato a fori larghi. Gratinare in forno per i minuti necessari.
Macinata di pepe sopra e mangiare le polpette a volontà, ottime con i brezel caldi.



SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.