02 mar 2016

Gli Oscar 2016 visti da Marte in una suite piena di cibo

Le uniche maratone che ho fatto in vita mia sono sempre state - il mio fisico da mangiatrice di fiori di zucca fritti ne è testimone - solo televisive.
La prima fu il Signore degli Anelli con la visione in una sola giornata di tutti e tre i capitoli comprensivi di contenuti extra e di imminente crisi epilettica. 
Tornai a casa, totalmente coinvolta e alienata, con il piglio di un cavaliere del Mark rispondendo a qualsiasi cosa con: "Figli di Gondor! Ci sarà un giorno, in cui il coraggio degli uomini cederà, in cui abbandoneremo gli amici e spezzeremo ogni legame di fratellanza, ma non è questo il giorno!".
La seconda fu di Guerre Stellari dove rischiai la sanità mentale cercando poi di spostare gli oggetti con l'uso della Forza come un vero Jedi.
Con Ritorno al Futuro non andò meglio perché feci una settimana a parlare come Marty McFly.
Da questo si capisce che sono una personcina che non si lascia coinvolgere e ha sempre i piedi per terra.
L'altra sera ho fatto la mia prima maratona televisiva - sì perché quando si passa più di tre ore davanti a uno schermo, nel mio regno è legittimo parlare di maratona - guardando gli Oscar insieme ad Asus all' NHow di Milano.


Era la prima volta che vedevo tutta la cerimonia per intero, di solito la mia visione degli Oscar si limitava a: carica come un fucile a pallettoni accendevo la tv, guardavo tre red carpet twittando compulsivamente, mi addormentavo con elettroencefalogramma piatto fino al mattino per poi cercare le notizie delle premiazioni e twittare cuoricini per i miei vincitori favoriti .
Una schiappa senza nervo che non sa stare sveglia come i bambini di cinque anni.
Come mi hanno convinta?
Facile: con la promessa di cibo infinito tutta la notte, un divano comodo dove spiaggiarmi come una balena arenata e una never ending batteria per twittare.
Ammetto che il cibo è stata la parte che mi ha toccata di più.
Siamo state quindi in una suite enorme da 280 metri quadri con divani bianchi e una vasca idromassaggio grossa come il Lago Maggiore a vedere tutto il Red Carpet e le premiazioni fino all'alba: dalle ore 23.30 alle ore 6.00.
Delle eroine.

Scusate i capelli,  ma ero stata alle grotte di Postumia ed erano crespi come quelli della Maga Magò.
Il look invece è da giovane suora che veste Cos.
La nostra faccia quando abbiamo realizzato che ci aspettavano ancora 5 ore e 29 minuti di cerimonia.
Un from where i stand direttamente da una poltrona a forma di fiore in cui mi sono spiaggiata per un paio d'ore

Considerazioni sulla serata:
★ Cate Blanchett in Armani Privè vince tutto a mani basse

Charlize Theron è sempre la più gnocca e anche con un vestito sbagliato riesce ad oscurare chiunque le stia accanto.


Leonardo DiCaprio vincitore e Kate Winslet vicino a lui sono il sogno d'amore degli anni 90 che si avvera.


★ Lo sappiamo tutti che Leonardo DiCaprio ha fatto film migliori di The Revenant e che avrebbe dovuto vincere l'Oscar con Aviator.
Lo diciamo tutti da mesi.
E quindi?
E quindi chissene frega.
Esultate anche voi per la sua vittoria come fosse la finale dei Mondiali vinta dopo un'estenuante partita, tempi supplementari e sfilza infinita di rigori da cardiopalma.


★ Non hanno fatto vincere Il ritorno della Forza per la categoria effetti speciali.
Che peste vi colga.


Ho vinto anch'io!
Di solito non indovino mai nulla, nemmeno le previsioni quando apro la finestra, eppure a questo giro, per un miracolo astrale, ho indovinato la categoria miglior regia.
Ora probabilmente la sfiga mi colpirà per giorni e giorni.
Cosa ho vinto? Il telefono che ho usato durante la serata cioè il nuovo Zenfone Max che è una roba bellissima perché ha una batteria infinita che dura il doppio dei telefoni normali.
Gli esperti dicono che ha una batteria ai polimeri di litio da 5000mAh e funziona anche da power bank per ricaricare altri telefoni tipo trasfusione di sangue.
Cosa siano i polimeri di litio chiaramente lo ignoro, però posso dirvi che posso anche non mettere in carica il telefono alla sera e non sono più in giro ad elemosinare prese come una tossica.

SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.