14 apr 2016

Piccoli cornetti alle nocciole e altre varianti

A pensare alla pasticceria seria, quella di Ernst Knam, Iginio Massari, Pierre Hermé e compagnia glicemica, mi sale il suicidio perché io non avrei mai la pazienza di cesellare ogni minimo ingrediente con la temperatura e il temperaggio perfetti, né pensare a decorazioni da superstar che dopo ore di minuziosa lavorazione sarebbero comunque destinate all'ingollo vorace.
Non posso perdere tutto questo tempo in cucina perché ho fame, sono golosa e non ho pazienza.
Allora per il tanto amato capitolo no sbatty, ecco dei cornetti super facili da fare, compreso l'impasto: nessuno ci vieta di comprare sfoglie e brisé già pronte ma così sappiamo esattamente cosa ci mettiamo dentro, non è un discorso di calorie ma di qualità.
L'impasto si fa molto velocemente, lo si fa riposare in frigo tutta la notte e l'indomani è pronto per essere trasformato in golosi cornetti.




PICCOLI CORNETTI ALLE NOCCIOLE (e altre varianti)

Per l'impasto base:
300g di farina 00 (+ altra per la spianatoia)
200g di burro
200g di formaggio spalmabile (tipo Philadelphia)

Per la versione dolce alle nocciole:
30g di zucchero bianco
30g di zucchero di canna
60g di farina di nocciole
scorza grattugiata di arancia o limone
½ mezzo cucchiaino di cannella

La sera prima unire farina, burro e formaggio spalmabile per ottenere una palla di impasto da avvolgere nella pellicola e riporre in frigo per tutta la notte. Mixer is the way.
Il giorno dopo:
- mescolare i due tipi di zucchero, la farina di nocciole, la scorza di arancia e la cannella;
- estrarre l'impasto dal frigo e suddividerlo in quattro parti, ciascuna da modellare a pallina e da stendere sottile con l'aiuto del mattarello e di ripetute spolverate leggere di farina, per non fare attaccare l'impasto sul piano di lavoro (se è avete un piano freddo tipo il marmo meglio); si dovrà ottenere un disco rotondo tra i 25 e i 30 centimetri di diametro. Non è fondamentale che sia perfetto come vorrebbe Giotto. Quando è pronto spostatelo, mettete sul piano un paio di cucchiaiate del composto di zucchero e nocciole, rimetteteci sopra il disco di pasta, premete bene o passateci il mattarello. Con una rotella tagliapizza tagliare il disco in 16 spicchi, ciascuno dei quali andrà poi arrotolato dall'esterno fino al centro, raccogliendo bene su di sè le briciole di composto alla nocciola. Esaurire tutto l'impasto in questo modo. Si otterranno quindi 64 mini cornetti;
- cuocere in forno a 180° gradi scarsi per 15 minuti circa (io ho fatto quattro infornate da 16 pezzi, così ho sperimentato bene temperature e tempi del mio forno). Fare raffreddare bene prima di mangiare. E' dura resistere, ma un paio d'ore dopo li ho trovati ancora più buoni.


Consiglio di riporli sulla placca del forno con la puntina dell'estremità rivolta verso il basso,
altrimenti vi verranno dei cornettini ribelli che fanno il dito medio uncinato
come questo qui sopra.


Come avrete notato dagli ingredienti, l'impasto base non contiene né zucchero né sale, quindi è assolutamente versatile e potete scegliere di fare metà cornetti dalla farcitura dolce e metà in versione salata.
Le opzioni sono tante e sempre da scegliersi in base ai vostri gusti e alla vostra fantasia; qui sotto potete vedere quelli al pesto (spalmato all'interno) e semi di sesamo.
Altre idee dolci e salate: marmellata, crema di gianduia, cocco e cioccolato, gusto pizza, gorgonzola-noci-speck, paté di olive, mousse di tonno, pecorino e briciole di salame, crema di zucchine e granella di mandorle e via così di panza.



Abbiate pazienza coi miei sforzi fotografici: sto imparando a usare
la macchina fotografica in manuale, anziché usare sempre la modalità automatica.
(Per la cronaca e gli intenditori: Canon Eos M3)

SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.