10 mag 2016

Easy Chic: le borse intrecciate a mano di Palorosa

Fin da quando ero piccola ho sempre amato le borse intrecciate a mano, quelle di paglia, di rafia o di plastica. A prescindere dal materiale di cui sono fatte mi hanno sempre trasmesso quel fascino discreto delle cose semplici, tanto belle per il loro scopo quanto anche e soprattutto per la capacità di far pensare a tutta un'ambientazione di paesaggio, di momenti e di atmosfere.
Queste borse mi richiamavano alla mente il mare, la casa e la campagna. Le ho sempre pensate piene di morbide spugne, profumate creme e parei di chiffon, oppure anche ricolme di fiori di campo, di verdure appena raccolte o di una bella tovaglia a quadri per un rustico picnic.


Così è stato amore a prima vista anche per le borse di plastica intrecciata Palorosa, dove è forte l'idea di recupero della tradizione per farne un uso contemporaneo attraverso forme e colori alla moda.
Infatti l'idea nasce nel 2014 da Cecila Pirani, architetto paesaggista e interior designer, attraverso il ritorno e la ricerca in una delle sue terre d'origine, il Guatemala: Cecilia ha reinterpretato delle borse tipiche dell'artigianato locale facendole divenire delle attuali tote bags dal doppio utilizzo, borsa da passeggio e oggetto per la casa.
Andare a fare la spesa con una di queste bag è senz'altro più chic del mio attuale sacchetto Coop con le carote disegnate.









SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.