24 mag 2016

Infinity Wishlist: desideri di maggio

Questo "desideri di maggio" sembra un po' il titolo di una canzone di Lucio Battisti e invece trattasi di una becera lista di cose che vorrei comprare o che ho già comprato.
E' primavera inoltrata ma, meteo e temperature adeguate a parte, la voglia di possedere cose nuove è sempre in agguato come un uccello sulla spalla. Che bei paragoni, che bei momenti.


GOOD FOOD
Dopo aver recentemente ampliato la mia libreria food con La cucina della capra, è arrivato il turno dell'ultimo libro di Csaba Good Food che ha dato una svolta alla sua alimentazione, seguendo necessità o tendenze alimentari, non ci è dato sapere dove stia la verità ma nemmeno ci interessa perché ha fatto un libro pazzesco con tanti spunti interessanti e ricette fattibili. Sicuramente ne riproporrò qualcuna qui su Vita su Marte.

OCCHIALI DA SOLE
Ogni anno compro almeno un paio di occhiali da sole che poi al momento buono si troverà a casa, in auto, nell'altra borsa, nel cassetto, abbandonato al bar, in spiaggia o in lavatrice. Dunque non oso comprare un paio di RayBan originali, dei Persol o dei MiuMiu perché l'idea di veder svampato il capitale mi pietrifica la pupilla. Budget sotto ai 30 euro ma poi me ne piacciono almeno otto paia diverse. Per adesso i preferiti sono: Jeepers Peepers - & Other Stories - Vero Moda.

MASSIMO DUTTI
Massimo Dutti per me è il demonio. A ogni cambio di collezione entro in negozio e dico va beh, stavolta mi potranno interessare solo un paio di cose e niente di più... Per poi andare dalla commessa di turno a dire in pieno Zampetty style allora, dove si firma qui per comprare tutta la baracca?!
Anche per questa collezione praticamente voglio tutto. In particolare due giubbini di pelle (uno nero e uno cammello) che però ammontano a 275 euro l'uno. Poratcheria portami via.

UN PRETTY ACCESSORIO PER LA CUCINA
La mia wannabe cucina potrebbe essere quella di Bree Van De Kamp: linda, splendente, organizzata, sempre profumata di torte appena sfornate, colpita dai raggi di sole e riempita dal canto degli uccellini che svolazzano felici in giardino. Mi sembrerebbe quindi il minimo possedere uno scolapasta rosa e una biscottiera smaltata della collezione Jamie Olivier.

UN PROFUMATORE PER AMBIENTI
Gioia del low cost da Maison du Monde dove ho recentemente annusato tutti i loro spray per la casa per poi eleggere come mio preferito il Portofino. Andare a fare il cane da tartufo nei negozi è il mio nuovo hobby preferito.

QUALCOSA IN RAFIA O IN PAGLIA
Quando la stagione si fa bella i materiali di campagna sono tra i miei favoriti: tristemente abbandonata l'idea di comprare una nuova maxi borsa in paglia che nell'armadio non ce ne stanno più, ho sostituito il desiderio con questa crossbody bag di Anthropologie in rafia azzurra e bellissimi interni in cotone a righe.

UN BODY IN COTONE
Sono fan del body da secoli e secoli amen. Peccato che non solo la moda, ma nemmeno tutte le forniture di basic underwear del mondo mi abbiano mai accontentato con dei semplici body in cotone perizomati: se li vuoi col perizoma sono in pizzo d'epoca o in rete da strappona, se li vuoi in cotone sono a mutanda della nonna Vanda. Ok. Anni e anni a uscire dai negozi di intimo col dito medio e il grugno da Rocky Balboa. Bershka in questa collezione coi body ci ha dato alla grande e il Lost Angeles si fa perdonare anche il modello mutanda.

UNA COSA A CASO DI TONYMOLY
Ad esempio sento di avere improvvisamente bisogno di questo contorno occhi panda così kawaii.

SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.