09 giu 2016

Vellutata di primavera

In uno dei miei momenti di ipnosi su Instagram ho visto la foto di un piatto molto simile a questo che vedete qui: zuppetta verde decorata con uova sode. Ho pensato subito che fosse una buona idea fare un piatto a base di verdura con il rinforzo proteico delle uova. La didascalia era in una lingua tipo il bratislavo o il kosovaro, quindi non ci ho nemmeno provato a capire gli ingredienti, avevo visto il verde e tanto mi bastava.
Perciò ho preso un po' di verdura dal frigo ed è nato questo piatto sano e saporito che, accompagnato da qualche crostino, è ottima idea per una cena leggera e bilanciata.

(quella dentro al cucchiaio sono io, che impedita)


VELLUTATA DI PRIMAVERA (dosi per 4 persone)

2 zucchine grandi
1 finocchio
1 porro piccolo (io ne ho messi 80g puliti)
100g di spinaci
50g di pecorino grattugiato
4 uova sode
1 ravanello
germogli di ravanello
olio evo, sale, pepe

Affettare il porro e farlo rosolare in una casseruola dai bordi alti con un buon giro di olio, poi aggiungere un po' di acqua per evitare che bruci. Versarci le zucchine e il finocchio precedentemente lavati, puliti e tagliarli a pezzi. Versare tanta acqua fino a coprire a filo le verdure, cuocere a fuoco medio-vivace. Verso la fine della cottura aggiungere anche le foglie di spinaci.
Intanto bollire le uova per farle rassodare.
Quando le verdure sono cotte spegnere il fuoco e poi ottenere la vellutata con il frullatore a immersione. Aggiungere il pecorino, assaggiare e regolare di sale.
Disporre nei piatti con le uova sode e decorare con le fettine sottili di ravanello, i germogli e una macinata di pepe.

(Le margherite non le ho mangiate, eh)

Variante: avevo avanzato un po' di vellutata, il giorno dopo l'ho mangiata con dentro dei ceci che ho tostato in padella con un filo di olio e paprika piccante e del pane di segale.

SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.