22 lug 2016

Viaggiare in hotel: stiamo calmi con le richieste alla reception

Quando vado in hotel ho poche e basilari esigenze: il cibo dev'essere buono, l'asciugacapelli deve avere un po' più di potenza di una vecchia con l'asma, il cuscino deve essere un po' più alto delle sottilette.
In seconda istanza, gradirei anche che il telecomando della tv non richieda la laurea in ingegneria elettronica, che al bar facciano il ginseng, che di notte si riesca a ottenere il buio di un sepolto vivo e che i vicini di camera non abbiano bambini posseduti dal demonio.
Ma già mi parrebbe di chiedere troppo.


Quindi se scendo alla reception solitamente è per:
- consegnare le chiavi
- ritirare il documento
- chiedere gli orari della colazione
- domandare se posso lasciare le valigie dopo il check-out
- sapere se in piscina serve la cuffia
- ho perso la password del wifi

Tutto ciò probabilmente accade solo ai poratchi proletari come me che non frequentano abitualmente un 7 stelle deluxe con una schiera di concierge a disposizione per le richieste più assurde.
Dopo una rapida indagine, ho scoperto che la people che viaggia senza ordinare per prezzo crescente le offerte su Booking, ha fatto richieste tipo:

Dove comprare dei cammelli
Chiaramente la richiesta è assurda poiché non è stata fatta in Mongolia, bensì in Arizona.
Quasi come se andassi alla pensione Zeus di Gabicce Mare a chiedere dove si comprano i giaguari.

Spargere le ceneri del cane in mare
Perché il cane era nato in quell'hotel. E allora lì doveva finire.
Ma brutta scema, il cane è tuo, fallo tu. No, te lo deve fare il portiere.

Mandare un autista a prendere il peluche del bambino dimenticato a casa
Non commento perché sono al telefono con Tata Lucia.

Riproduzione in cioccolato a grandezza naturale dei clienti dell'hotel
Cioè, pensate se io e Rossana andiamo in vacanza a Salina e chiediamo cortesemente di farci trovare in camera una riproduzione di cioccolato in scala reale delle nostre personcine. Gianduia ovviamente.

Riempire la stanza con 100 fenicotteri
Questi sono quelli che decidono di fare un viaggio da soli per meditare, per riprendere la dimensione vera delle cose e poi se ne pentono gravemente.

Alzare il gabinetto di un centimetro
Di UN centimetro. Io gliel'avrei fatto, un rialzo in plastica con la scritta che cazzo cambia?!


SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.