25 ago 2016

Frittata rustica ai sapori di montagna

Non so cosa mi sia accaduto quest'estate ma, anziché verificarsi il comune fenomeno dei mesi estivi in cui magari col caldo diminuisce l'appetito e si mangia meno - ecco no, a me questa grazia non è proprio successa -, ho mangiato anche di più.
Se poi vado a camminare in montagna o anche solo fino giù al cancello di casa per portare il sacco dell'umido ecco che l'appetito diventava prepotente.
Fatto sta che questa non è una comune frittata, poiché per il rinforzo energetico di cui sento necessità (eh, sì, sono proprio deperita), ci ho aggiunto la farina, quindi è una via di mezzo tra una frittata e una focaccia. Voi provate, assaggiate e decidete come chiamarla.




FRITTATA RUSTICA AI SAPORI DI MONTAGNA

5 uova
60g di olio
150g di acqua
150g di farina
10g di lievito istantaneo
100g di asiago, fontina o altro formaggio di montagna
70g di speck
erbe aromatiche (io ho messo salvia e rosmarino)
sale, pepe, aromi a piacere

Sbattere leggermente le uova con le fruste, poi aggiungere l'olio, l'acqua. Infine incorporare anche la farina e il lievito e ottenere un composto omogeneo. Regolare di sale e pepe ed eventuali aromi a piacere, considerando che il formaggio e lo speck sono anch'essi ben salati.
Tagliare il formaggio e lo speck a dadini, sminuzzare le erbe aromatiche e aggiungere tutto al composto, mescolare bene e poi infornare in una teglia rivestita di carta forno a 180° per circa mezz'ora o fino a cottura e doratura della superficie.

Prossimamente farò la variante pachino - burrata - basilico.

Grazie di esistere ai coltelli OPINEL - questo è della linea Table Chic col manico in betulla



SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.