22 ago 2016

Gente che non ce la può fare: i melariani

Volevo cominciare la settimana parlando della gente che non ce la fa e avevo pensato a cose tipo Gianluca Vacchi, i suoi balli dell'estate e i tatuatori di mezza Italia costretti a scrivere la parola resilienza sui ragazzi che ce la fanno ancor meno. Poi anche Nina Moric aveva dato materiale perfettamente rispondente alla parola chiave farcela.
Ma mercoledì scorso ho scoperto l'esistenza dei MELARIANI e sono subito schizzati in vetta alla mia classifica di gradimento.

Pic by daniellucasfaro.com (lui non è melariano ma fa le foto belle)

Prendiamo nota: esistono persone che si nutrono di sole mele.
Esse considerano la mela come il frutto dell'immortalità, di forma evidentemente perfetta per essere tenuta nella mano, girata e addentata senza colare, a differenza di altri frutti sporcaccioni tipo, che so, le pere. Mi domando come abbiamo fatto a non badare mai a questa evidenza lampante.
Grazie alla loro alimentazione varia - perché le mele vengono consumate intere, grattugiate, a pezzetti, crude, cotte, essiccate (fanno anche le spaghettate!) - e leggera, possono dormire solo quattro ore per notte perché dormire di più è uno spreco di tempo poiché i melariani c'hanno da fare.



A tutti quelli che sono scettici e mettono in dubbio la completezza nutrizionale e l'idea di fabbisogno giornaliero, i melariani dicono che i primi a sottrarsi all'evidenza scientifica siamo noi che non vogliamo sperimentare, ovvero praticare un fondamento su cui si basa la scienza stessa.
Se sperimentassimo infatti, potremmo accorgerci di come ci ricoverebbero all'istante staremmo subito molto meglio.



Se anche voi siete melariani vi mando un grande ciao, gimme five, allora Eva c'aveva ragione.
Un saluto anche a Biancaneve, Guglielmo Tell, Isaac Newton, il medico di torno, New York e Steve Jobs.
Se anche voi non siete melariani e in questa lettura avete innalzato il livello di basimento e deliquio vi posso dire con immenso entusiasmo che c'è di peggio.
Ci sono i RESPIRARIANI. Loro vivono di sola aria e forse anche loro aspirano all'immortalità. Di sicuro aspirano. Poi se sia davvero solo aria non si sa.

Concludiamo con i vicini di casa ideali:



SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.