27 set 2016

Elena Mirò, Vanessa Incontrada e noi marziane

Settimana scorsa, in piena fashion week, io e Gloria ci siamo coraggiosamente addentrate nelle zone rosse di Milano con la consapevolezza che avremmo incontrato plotoni di giovani modelle dell'Est in giro per i casting.
Immagino che in zona Porta Genova ci siano miriadi di agenzie o la porta dell' inferno di Sunnydale perché ne avremo viste almeno 25 nel giro di dieci minuti.
Tutte le volte resto basita e la mia reazione è sempre "Ma allora esistono davvero persone così magre!" come se mi fossi trovata di fronte un unicorno con la criniera arcobaleno o Ironman in persona.
Mi succede la stessa cosa anche quando scopro che esistono persone nate nel 1996 e che hanno già diritto di voto, sì perché il 1996 mi pare passato da soli otto anni al massimo.
Per bilanciare i chakra e sentirci più a nostro agio, come il pecorino sulla gricia, siamo quindi scappate da Elena Mirò, nello store della Scala, perché veniva presentata la nuova collezione autunno inverno disegnata da Vanessa Incontrada.


Sì amiche, Vanessa Incontada è bella come sembra, parecchio bella e aggiungo anche che: ha una bella pelle, bei capelli, è alta e magra.


Mortacci sua.
I capi della collezione che ha disegnato sono tutti molto portabili e dalla linea minimal ed essenziale, ci sono camicette leggere in seta, jeans morbidi, pantaloni palazzo, cappotti in lana, maglioni caldi e confortevoli e gonne plissetate.
Colori blu, grigio e nero.
Quindi tutto portabilissimo e i filati sono piacevoli al tatto visto che è stato dato un grande rilievo alle fibre naturali come la lana.
Insomma, non farete le scintille o prenderete fuoco come con alcuni capi low cost che spesso ci compriamo in nome della moda e dei trend.
Presente all'evento anche Elisa D'Ospina, nota modella curvy, che banalmente definerei: altissima e bona.
La mamma che accompagna la bimba alla prima comunione


I vestiti li abbiamo anche provati- per una volta non ho dovuto dire "Mi serve una taglia in più non ci sto"-  e ci hanno fotografate.
Roba che ora potremmo annunciare su tutti i social di aver fatto anche noi uno shooting super amazing.
Considerazioni varie ed eventuali quando bisogna farsi fotografare: ricordarsi della posa a 3/4 come Lori del Santo insegna, mettere le gambe ad X che sembrano più magre, trattenere il respiro e riprenderlo solo prima di diventare cianotiche, cercare di stare sulle punte quando non si hanno i tacchi, pregare il fotografo di non renderci ancora più tonde del dovuto.
Eccoci in tutto il nostro tondo splendore.





SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.