30 set 2016

Possiamo fare il funerale allo street style

Nei primi anni duemila salvavo gelosamente le foto di street style che trovavo in giro per la rete nelle segrete del mio pc quali ispirazioni di moda e acquisti che poi io ovviamente facevo nei low cost data la mia povertà.
Piano piano, con il passare degli anni, la questione ha assunto però la veste del ridicolo perché, in zona 2009 in poi, molti hanno capito che farsi fotografare fuori da una sfilata di Fendi a Milano non era poi così difficile.
Bastava mettersi un mocio vileda in testa, quattro vestiti spaiati e parlare al telefono sui binari del 9 per finire su Vogue China e spacciarsi poi come stylist per svoltarsi la vita.
I fotografi sono poi diventati anche loro personaggi sul web e hanno totalmente smesso di girare per le strade a fare vere foto di street style.
Esiste ormai tutto solo, per giornali e web, durante quelle quattro settimane della moda.
Assurdo, un vero paradosso.

 Non ci voglio credere che Vetements riesca a vendere a centinaia e centinaia di euro queste felpe


Lo spirito iniziale che aveva esaltato tutte noi almeno una decina di anni fa ormai è totalmente morto, non esiste più.
The Sartoliast ha avuto successo perché le persone immortalate nei suoi primi libri non erano influencer, non erano fashion editor che seguiamo su Instagram, ma persone normali  incontrate per strada che nulla c'entravano con il baraccone delle sfilate.
Gente vestita con jeans, vecchie francesine vintage e una maglia bianca, non con l'intera ultima collezione di Moschino da seimila euro addosso. Graziearcazzo
Ce ne frega davvero qualcosa di vedere ancora Anna dello Russo con addosso l'ultima intera di Gucci mentre cammina a gambe nude a febbraio?
Solo io ho il sentore che a nessuno freghi davvero più nulla di vedere le solite quattro tizie che fingono di parlare al cellulare?
Di vedere foto di inviti, foto sui binari, look totalmente sponsorizzati da migliaia e migliaia di euro di gente che poi durante l'anno veste Zara, cover di Moschino totalmente imbecilli, foto dei solo dieci presenzialisti fotografati dai sempre soliti dieci fotografi?
La solita gente che finge di fare le stesse cose di anno in anno fotografata dalle solite persone che finisce sempre sugli stessi siti e giornali.
Mai come quest'anno ho percepito interesse pari a zero sul web a tutto questo, mai.
Un circolo vizioso e fastidioso quanto le mestruzioni mensili che nel 2016 sembra non interessare praticamente più a nessuno.

SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.