04 nov 2016

E allora sposiamoci col primo che capita

Si fa presto a trovare una camicia azzurra, un paio di scarpe col tacco comodo e pure una gonna a pieghe che non ci faccia sembrare l'incarto di un Ferrero Rocher formato famiglia.
E al confronto pare impresa facile trovare persino un paio di stivali adatti ai polpacci da show dei record.
Perché trovare l'amore, l'amore vero, quello sì che è difficile.


Eppure non tutti lo cercano.
C'è gente che sta bene da sola, a cui non interessa avere un compagno: sono quelli che inneggiano alla libertà meglio di Joan Baez ai rave hippie anni 70, sono quelli che al sol sentire la parola matrimonio cominciano a grattarsi ovunque, avvertono problemi respiratori, aritmie, embolie, chiamano la Croce Rossa e decedono.
Poi ci sono quelli che invece nella condizione di solitudine tendono a morfizzarsi in Leopardi e la disperazione cosmica è tale da essere disposti a tutto pur di accoppiarsi: vanno in palestra ma lo sport è secondario, vanno al supermercato ma la spesa è secondaria, vivono i luoghi pubblici come cani da tartufo, si tagliano le vene su tutti i social, mandano newsletter, si autoinvitano alle feste, si rivolgono alle agenzie matrimoniali, ai geni della self promotion, alle piattaforme di email marketing, si iscrivono a tutti i siti per incontri, mandano le lettere alla redazione di Confidenze e scrivono single con la faccina triste pure su Linkedin. :-(
Sono quelli che vanno ai quiz televisivi e ci tengono a dire con simpatia che sono single per scelta degli altri.
MADDAI.


E poi ci sono quelli che dicono ok, mi sposo domani - con chi, di grazia? - Non lo so.
Roba che sta andando in onda il martedì sera sul canale 8 e che ovviamente mi ha incollata allo schermo come lo scienziato guarda la cavia da laboratorio: MATRIMONIO A PRIMA VISTA Italia.
Ora io lo so che questa cosa ha già avuto la prima visione su Sky mesi fa ma io sono povera o meglio, ho differenziato l'economia versando gli spiccioli nelle casse del gruppo Inditex. Mi capirete.
Così mi vedo le repliche di questo programma costituito da coppie che si incontrano prima per la prima volta nel giorno del loro matrimonio - prima erano perfetti sconosciuti - fanno il viaggio di nozze, convivono come marito e moglie per un mese e alla fine dell'esperimento decidono se divorziare o rimanere sposati. Io non l'avrei mai fattooooooooohhhhh.
Un matrimonio combinato a tavolino da un team di esperti, psicologo, sessuologo e sociologo che dopo accurati test ne hanno creato la combinazione, a loro dire, perfetta.
La mia curiosità era irrefrenabile, mi sono iscritta a questo sito (tanto c'era la prova gratuita per due settimane) in cui si possono vedere tutte le puntate perché dovevo sapere come andava a finire.

Attenzione perché qui sotto c'è lo spoiler.


HANNO TUTTI DIVORZIATO !!!


SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.