09 nov 2016

Libri di cucina da avere: cucina romana, vegetariana e polpette

Nei libri di cucina ricerco cose semplici e banali: belle foto moderne, font e grafica che sembri un ricordo da Berlino nel 1987, ricette facili, anche legate alla tradizione, ma con ingredienti più naturali possibile.
Niente cake design che detesto quanto la nail art, niente coloranti, niente ricette macchinose o troppo grasse con panna, surgelati  o pasta sfoglia.
Credo che gli anni 80 mi abbiano segnata.
Ultimamente ho sfogliato con piacere questi libri.


Il quinto quarto è quello che rimane dell'animale dopo che ne sono stati tolti i tagli pregiati e da cui sono nati grandi piatti della tradizione popolare della cucina romana.
Sono sapori e tradizioni dimenticate che hanno popolato per decenni le case, le osterie e il cibo di strada.
Sono tutte ricette povere, ma molto gustose, senza alcun fronzolo, e molto "green"  perché abbracciano la filosofia dello zero spreco usando quello che molti riterrebbero scarti.
Sono piatti che io amo, comprese le frattaglie, e che non devono assolutamente andare perse.
Dopo questa dichiarazione d'amore per il quinto quarto, credo proprio che non vi sia alcun dubbio che il mio posto nel mondo è accanto a Chef Rubio in giro per le strade a mangiare pane e milza.




Questo libro è meraviglioso: ha foto bellissime ed è pieno di idee super gustose per preparare insalate alternative.
Chi mi segue su snapchat lo sa: io detesto le insalate di riso con dentro cose tipo condiriso, wurstel o maionese.
Sono una cosa terrificante per me come mangiare le sottilette.
Ecco, in questo libro trovate idee bellissime anche per fare delle insalate di riso degne di questo nome.






Questo libro l'ho scoperto grazie a Gloria che me ne aveva parlato.
L'autrice, Carla, è anche blogger e ha un bel profilo su IG.
Il libro ha un sacco di ricette vegetariane super interessanti ed è davvero una fonte di ispirazione per mangiare pulito e per nuove idee su come utilizzare la verdura.
Sono tutte ricette di "conforto", cibo casalingo, che scalda il cuore come zuppe, risotti o salse.
Le foto sono bellissime ed è proprio il genere di libro di cucina che amo comprare.




TONDO COME UNA POLPETTA

Fatemi fare le polpette e sono una persona felice.
Farei polpette con tutto e questo libro è davvero pieno di ispirazioni interessanti come i falafel verdi o le crocchette di cicerchie.
Arrivata alla decima pagina avrei fritto anche il libro.



SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.