16 nov 2016

Top of the flops: pagine facebook edition

Gloria mi dice sempre che la realtà supera sempre la fiction, di solito elargisce questo motto quando mi racconta aneddoti incredibili di corna, tradimenti o pettegolezzi succulenti.
Me la dice sempre quando le dico: "No, ma non è possibile, non ci credo".
In questo caso è un motto che ci sta benissimo perché quando ho visto queste cose sull'internette ho assunto l'espressione del personale della Casa Bianca quando ha salutato Obama per attendere l'arrivo di Trump e moglie.
Prendiamoci quindi il nostro momento biondo con il meglio del trash che l'internet offre.
Oggi nello specifico abbiamo le pagine Facebook.


Le Alpha Woman
Queste di Alpha Woman vorrebbero chiaramente avere il pene, ma probabilmente non lo hanno ancora capito.
Pensano invece di essere una pagina di GIRLPOWER quando in verità il 90% dei loro post è pregno di sessismo e stereotipi.
Non c'è nulla di male nel desiderare di avere il pene, ma vorrei solo solo far presente che non tutti i maschi eterosessuali del pianeta sono dei maschilisti, cavernicoli e trogloditi come vorrebbero essere loro.
Grazie al cielo.
Avere le palle significa saper parcheggiare ad S? No.
Bere birra? No.
Giustificare ogni azione malevola col ciclo? No.
Non truccarsi e minacciare di menare tutti? No.
Questo significa essere dei brutti parantropi involuti, aggressivi e anche un po' maschilisti.
E questa pagina IG e Facebook è piena di cliché maschilisti agghiaccianti che nemmeno un capo curva ultras della Lazio condividerebbe.
Personalmente poi resto allibita perché nel mio mondo magico io posso sentirmi libera di dire che non so: uccidere un ragno da sola, parcheggiare e guidare in genere, aprire i barattoli delle conserve senza provocarmi una tendinite, portare le cassette dell'acqua senza tagliarmi le dita, salire su una scala per cambiare le tende senza piangere che ho paura, sollevare un peso maggiore di 5 chili senza frignare.
Mi sento anche libera di dire che mi piacciono i vestiti, il cibo pulito e i trucchi.
Senza che nessuno possa considerarmi beta.
Adesso arriveranno le alpha woman ad impallinarmi con una spara chiodi del fai da te.
MA CHE CAZZO DICI??????

L'AGNELLO NON HA COSTATE, MA COSTOLETTE. NON E' MICA UNA MUCCA.

E CERTO, DISTRUGGIAMO TUTTO E AMMAZZIAMO TUTTI, OVVIO

DA QUANDO TRUCCARSI E PRENDERSI CURA DI SE' E' UNA COSA MALVAGIA?

OK.



PERCHE' IL MONDO E' PIENO DI MCDONALDS E KFC, CARA.


Le ricette di Tasty e di Italy Food Porn
Tra i peggiori peccati mortali io annovero: chi ha tanti soldi e si veste male, chi ha tanti soldi e va in vacanza sempre e solo a Misano Adriatico, chi cucina e mangia cibo spazzatura brutto e disgustoso.
Ecco, Tasty è proprio questo.
Come sono le loro ricette?
Prendete una forma di fontina, friggetela con  cipolla e  pancetta e mettetela in una rotolo di sfoglia.
Oppure fate una torta sbriciolando Oreo e impastandoli con la nutella e poi copriteli di panna e mascarpone.
Quelle non sono ricette, sono creazioni umane disgustose che al massimo possono essere dei validi tutorial per farsi venire un infarto.


Non è da meno la pagina Italy Food Porn che, per par condicio, vi comunico essere altrettanto disgustosa e repellente.



Le cartopazze
Altro gruppo super seguito e super numeroso popolate dalle malate di nevrosi per agende, cartoleria, scotch colorati, penne e dio solo sa che altro.
Postano tutto il giorno foto dell'organizzazione della loro agenda per cui spendono centinaia e centinaia di euro per decorarla con bimbominkiate colorate.
La cosa sconvolgente è che, spesso, nelle foto di queste agende il massimo degli appuntamenti che sono segnati sono: lavanderia, spesa e pediatra.
Per me, che mi segno le robe sui post it volanti o vengo travolta dagli eventi,  è un mondo di un assoluto trash affascinante.



SHARE:
© 2015 Vita su Marte. All rights reserved.